La cultura da ieri ad oggi in Puglia

La regione della  Puglia sin dai tempi antichi ha risentito per la sua posizione tra Occidente ed Oriente: difatti, proprio per la sua ubicazione, era considerata  – e lo è tutt’oggi – un vero e proprio ponte tra due mondi, risentendo così della cultura occidentale romano-germanica e di quella orientale greco-bizantina.

Per quanto concerne la cultura popolare pugliese, possiamo affermare con certezza che questo popolo in passato ha fatto riferimento ad una formazione culturale basata principalmente sulle conoscenze trasmesse dalle famiglie. I pugliesi, dunque, hanno vissuto sempre basandosi sulle proprie forze e conoscenze, ma soprattutto costruendosi il loro futuro sui prodotti che madre natura era in grado di offrirgli dalla terra e dal mare.

 

Pescatore

La cultura e l’istruzione ai giorni nostri in Puglia

Oggigiorno la Puglia è un vero esempio di città della cultura: difatti, proprio di recente è stata eletta come capitale italiana della Cultura 2015 la città di Lecce. Quest’ultima, peraltro, è pure tra le finaliste per esser prescelta come Capitale Europea 2019.

Ad ogni modo, sul territorio pugliese, i giovani del loco e non possono decidere di formarsi, scegliendo una formazione accademica presso le diverse strutture scolastiche. Difatti, potranno fare riferimento al Politecnico di Bari (36 corsi di laurea), all’Università di Bari Aldo Moro (15 facoltà), l’università del Salento attiva dal 2007 e l’università di Foggia con cinque facoltà.

Tra le prestigiosità da segnalare in Puglia, vi è pure il Tecnopolis, il primo centro scientifico e tecnologico nato in Italia che ha sede a Valenzano e si occupa di trasferimento tecnologico ed e-government.

Esplorando i musei pugliesi

Photo by bridgepugliausa.it
Photo by bridgepugliausa.it

La Puglia è ricca di musei da visitare, soprattutto durante la vostra permanenza in questa regione del sud Italia. Tra quelli di spicco, che non potrete assolutamente perdervi, segnaliamo il Museo Archeologico nazionale Jatta, dove vi sono i reperti trovati dall’archeologo Giovanni Jatta durante i primi anni dell’Ottocento.

Un altro museo irrinunciabile è quello di Taranto: fondato nel 1887, all’interno vi si trova documentazione archeologica relativa alla città ed al resto della Puglia.

Non vi resta che addentrarvi nella regione pugliese e scoprire ogni singolo angolo di questa ricchissima regione del Mediterraneo.

Le tradizioni pugliesi da conoscere

Tra le tradizioni pugliesi più importanti non si può certamente fare a meno di citare quelle connesse al Carnevale, importante soprattutto nelle città di Putignano. Qui, difatti, possiamo dire che si svolge addirittura il carnevale più famoso della Puglia e tra il più antico d’Italia e dal 2006 vanta pure un’edizione estiva, in cui spicca la maschera caratteristica detta  Farinella, nome derivante proprio dalla pietanza tipica di Putignano.

Oltre al carnevale, la Puglia è nota pure per le sua tipica danza popolare: stiamo parlando della pizzica, tipica soprattutto di Taranto e di tutto il Salento, ma diffusa pure in altre aree della Puglia. Ad ogni modo, è classificata come una delle danze facenti parte della famiglia delle tarantelle.

Leave a Reply

Your email address will not be published.