Grottaglie, la città delle ceramiche e dell’artigianato

Se state pensando di partire per una piccola vacanza nella splendida Puglia non potrete certamente fare a meno di visitare una tra le province più rilevanti della città di Taranto. Infatti, non si può parlare di Puglia senza soffermarsi sulle ceramiche e sull’artigianato che ruota intorno ad essa. E se si parla di ceramiche, non si può non riconoscere in Grottaglie la sua città natia, quella in cui dal XVIII secolo si è iniziato a scoprire che cosa volesse dire lavorare ed ottenere prodotti manifatturieri.

pumo-grottaglie-acquisto-online

Il comune di Grottaglie, come già detto, custodisce nel sud del centro storico il fulcro dell’attività artigiana e di ceramiche.

 

Posta su una collina a pochi chilometri da Taranto, Grottaglie ha una storia affascinante, strettamente legata alla conformazione del territorio che la ospita e che la rende unica: il suolo argilloso su cui sorge la città è alla base della sua economia, della sua struttura e della sua origine.

Il nome deriva infatti da Cryptae Aliae, cioè diverse grotte, riferendosi agli insediamenti rupestri sviluppatisi nella zona già dal Paleolitico e giustificati dalla presenza di molte grotte, appunto, che si aprivano nelle lame e nelle profonde gravine che caratterizzavano l’area. I monaci bizantini abitarono queste grotte e le affrescarono, mentre nell’anno mille gli Ebrei vi si rifugiarono e avviarono attività commerciali. Queste cavità naturali sono tutt’oggi presenti e in parte visitabili, ma lungo la gravina più importante si è formato nei secoli un vero e proprio quartiere di botteghe, forni di cottura e laboratori artistici in cui esperti artigiani hanno trasformato l’argilla, naturalmente presente nel territorio, in oggetti artistici alla base dell’economia locale.

Esperti ceramisti hanno sviluppato in frantoi e luoghi ipogei una fiorente attività artigianale oggi riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo: i “Bianchi di Grottaglie”, un certo tipo di manifattura locale caratterizzata dall’esaltazione della forma pura attraverso l’utilizzo dello smalto bianco, affiancata alla più tipica e rustica produzione di oggetti di utilizzo comune, soprattutto nella cucina popolare, come terrine, vasellame e gli enormi capasoni, contenitori ad anfora per conservare vino e olio.

Bellissimo perdersi nei vicoli arrampicati sulla collinetta o che scendono ripidi nella lama, dove si affacciano laboratori diversissimi tra loro, in cui i ceramisti lavorano imprimendo nella terra ognuno il proprio stile, tra chi guarda più al mercato turistico, chi alla tradizione delle ceramiche rustiche e di uso comune, chi guarda al futuro e produce veri e propri capolavori d’arte di altissimo livello, pur utilizzando sempre la modesta e povera argilla.

I prodotti artigianali pugliesi: le ceramiche

Il souvernir di Grottaglie per eccellenza

Impossibile non portar via un ricordino da questa singolare città: il più rappresentativo e simpatico è sicuramente “lu pumu”, il piccolo pomo di ceramica dalle tante dimensioni e colori che spesso si trova agli angoli dei balconi delle città della zona, non solo di Grottaglie ma pensiamo anche a Martina Franca. Il Pumo è un meraviglioso, piccolo concentrato di tradizione, arte e poesia: augurio di nuova vita, di resurrezione, di perfezione e bellezza, è anche un portafortuna unico: la maggior parte di questi oggetti è infatti realizzato e dipinto a mano, ognuno nello stile del ceramista che lo crea.

Ad oggi Grottaglie, con le sue numerose botteghe di ceramisti, è l’unico centro ceramico pugliese protetto dal marchio D.O.C. ed inserita nel ristretto elenco delle 28 città della ceramica italiana.

Tra le bellezze della città, impossibile non visitare anche il maestoso castello Episcopio, che ospita il Museo della Ceramica, e la medievale Chiesa Matrice. Oltre alla meravigliosa esposizione del Museo della Ceramica, vi segnaliamo pure degli eventi interessanti da non perdere qui a Grottaglie: in agosto si svolge la Mostra della Ceramica, mentre che in dicembre potrete assistere alla Mostra del Presepe.

Le principali botteghe artigiane di Grottaglie

Se siete interessati a portare con voi nel cuore una piccola parte di questo centro cittadino della provincia di Taranto, non potrete certamente fare a meno di passare ed ammirare le principali botteghe artigianali del loco.

Ceramiche di Cutrofiano

One Response to "Grottaglie e le sue ceramiche"

  1. Ciro Arces ceramiche  18 ottobre 2015

    Questo e’ un altro ceramista

Leave a Reply

Your email address will not be published.