Parte giovedì 21 agosto la “Settimana della Cultura del Mediterraneo”, il programma culturale dell’Amministrazione comunale di Torre Santa Susanna realizzato in collaborazione con la Regione Puglia –Assessorato al Mediterraneo e con la Provincia di Brindisi –Assessorato alla Cultura.

L’iniziativa, giunta alla terza edizione, vede quest’anno il gemellaggio con il Marocco, dopo quello degli anni precedenti con Albania e Grecia e avrà il suo momento culminante nella premiazione del Concorso di poesia S. Maria di Crepacuore giunto alla quattordicesima edizione e che vede la partecipazione di poeti da tutta Italia e dall’estero.

“Il concorso di poesia – ha dichiarato il sindaco di Torre Santa Susanna Francesco Frioli – con il tempo è divenuto di respiro internazionale consentendo, grazie ad un ampio successo di pubblico e ad una notevole partecipazione di poeti, il raggiungimento, almeno in parte, dell’obiettivo di valorizzazione del territorio cittadino e, in particolare, della chiesetta di San Pietro di Crepacore, realizzata intorno al VII-VIII secolo durante la guerra longobardo-bizantina. Il patrocinio ricevuto da parte dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia e della Provincia di Brindisi rappresenta un riconoscimento per tutti coloro che lavorano affinché questa iniziativa possa ancora di più diventare punto di riferimento per l’intera programmazione culturale del territorio”.

“In questa settimana della cultura – ha dichiarato il vice sindaco di Torre Santa Susanna Tiberio Saccomanno – siamo riusciti, oltre a presentare degli appuntamenti culturali di alto livello, a restituire alla fruizione pubblica un sito archeo industriale davvero importante del nostro territorio, quello dei frantoi ipogei, recentemente ristrutturati e che sorgono proprio nel centro di Torre Santa Susanna. I frantoi ipogei di Largo Moccia sono un sistema esteso e diffuso di ambienti interamente scavati sotto la superficie della strada e rappresentano una valenza storica davvero importante ricollegabile ad un insediamento basiliano molto antico. Un sito che rientra in un itinerario storico e culturale che costituisce testimonianza viva del patrimonio culturale della civiltà contadina. A questo sito si aggiunge quello ben più noto di San Pietro di Crepacuore che da tredici anni ospita il nostro concorso di poesia”. Questi gli appuntamenti inseriti nella Settimana della Cultura Mediterranea.

Giovedì 21agosto con inizio alle ore 20.00 in largo Moccia si terrà il convegno di apertura della “Settimana della cultura mediterranea”. Mediterraneo: il mare che unisce: Salento e Marocco, due popoli e due culture a confronto. Interverranno l’on. Suad Sbai, presidente Acmid- Donna Onlus, Associazione donne marocchine in Italia e il prof. Ettore Catalano, ordinario di letteratura italiana presso l’Università di Bari. Questo viaggio tra le parole sarà accompagnato dalle musiche arabe e salentine a cura della “Compagnia teatrale teatro e vita” con commento musicale di New Mediterraneo Ensamble. Il tutto si svolge nella splendida cornice della piazzetta sovrastante i Frantoi ipogei, splendido manufatto archeo-industriale, recentemente restaurati e finalmente aperti al pubblico, in cui in un tempo non molto lontano si produceva l’olio, oro della nostra terra.

Sabato 23 agosto l’appuntamento è con “Suoni e danze dal Mediterraneo”. Terra Terra ensemble in concerto, una formazione poliedrica composta da alcune delle voci più rappresentative ed intense della Puglia che trova il suo naturale baricentro sonoro nel repertorio orale delle pizziche, canti di lavoro e serenate della Puglia. Un concerto unico per ricchezza ritmica e di repertorio. Durante la serata si esibirà anche il gruppo Corde del Magreb che presenterà i ritmi antichi e catartici della religiosità africana occidentale. Durante la serata degustazione di prodotti tipici della cucina salentina. Cornice dell’evento la piazzetta soprastante i Frantoi Ipogei che resteranno aperti per tutta la serata.

Infine, domenica 24 agosto, nella splendida cornice del sito archeologico S. Pietro di Crepacore, sulla strada provinciale Torre Santa Susanna- Mesagne, cerimonia di premiazione delle poesie vincitrici del Concorso internazionale S. Maria di Crepacore, organizzato dall’Ass. Cult. Gruppo Guide Turistiche, dal Centro Auser cittadino, con il patrocinio dell’Assessorato alla cultura di Torre Santa Susanna. Il concorso, che vanta il patrocinio dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia e dell’Assessorato alla cultura della Provincia di Brindisi dedica anche quest’anno una sezione fuori concorso a poesie nelle lingue dei Paesi del Mediterraneo.
Gli interventi musicali saranno a cura del Trio di chitarre Le 13, composto dalle maestre Silvia Boccadamo, Calrla Canitano e Maria Luisa Petrelli. A partire dalle 17.00 fino alle 21.00 la chiesetta rimarrà aperta per chiunque voglia usufruire di visite guidate curate del Gruppo Guide Turistiche.
L’inizio della cerimonia premiazione è previsto per le ore 21.00 nel sito archeologico di S. Pietro di Crepacore, a 3,00 km sulla prov. le per Mesagne, presso la Masseria Le Torri a Torre Santa Susanna.