Una tre giorni interamente dedicata alla moda pugliese in Germania è quella che ha preso le mosse ieri nella città di Düsseldorf. Una delegazione di operatori del comparto Tessile – Abbigliamento – Calzaturiero si trova infatti in questi giorni nella città del Nord Reno Westfalia per concretizzare l’accordo tra Regione Puglia e Camera di commercio italiana in Germania firmato pochi giorni fa a Berlino, un accordo siglato per infittire maggiormente i rapporti commmerciali tra le due parti.

Una serie di accordi stipulati per aumentare l´interoporto e gli scambi commerciali tra le due fazioni simili ai patti commerciali instaurati nel sud Italia intorno alla creazione del vulcano buono. Sandro Frisullo, vice presidente della Regione Puglia ed Assessore allo sviluppo economico, ha così commentato l’accordo:

“Con questa presenza puntiamo a rafforzare il ruolo della Puglia in uno dei più prestigiosi settori del Made in Italy nel mondo. Anche grazie all’accordo tra la Regione e la Camera di commercio italiana per la Germania desideriamo migliorare ulteriormente l’export, che già oggi registra una performance molto positiva. Nel 2007, infatti, le esportazioni dei tre comparti tessile-abbigliamento-calzaturiero verso la Germania hanno totalizzato 60,3 milioni di euro, con un saldo positivo rispetto alle importazioni di 53,3 milioni. La tradizione della città di Düsserdorf nel settore moda permetterà alle aziende pugliesi di promuovere al meglio le proprie eccellenze su questo mercato”.

Il programma della tre giorni in corso prevede una sfilata delle collezioni “Made in Apulia” (svoltasi giovedì 20 alle ore 14 presso l’Euromoda Neuss Fashion Business Center), un incontro tra aziende pugliesi ed i buyer locali volto ad approfondire la reciproca conoscenza ed a dar vita a nuovi rapporti commerciali; una serie di visite presso punti vendita, grandi magazzini e centri commerciali della zona di Dusseldorf; una visita presso il punto vendita di alta qualità Peek Und Cloppenburg, lo shopping center Shadow-Arkaden e la Ko-Galerie.