Al quinto giorno di eventi, Tìpica – festival dell’enogastronomia e delle tipicità pugliesi (promossa dal Comune di Castellana Grotte con la collaborazione della Grotte di Castellana srl su un progetto dell’Associazione enogastronomica “Terra di Puglia” e lo studio di comunicazione e marketing “Never Before Italia” con il patrocinio di Regione, Provincia, CCIAA, Confcommercio), si piazza tra le manifestazioni principali dell’estate pugliese.

Le esibizioni di alcuni tra i migliori chefs di Puglia nello spettacolare Show cooking, hanno conquistato il pubblico dei curiosi e degli addetti al settore. Si sono già alternati sul palco gli chefs Michele Di Vieste e Fabio Dimauro nella serata inaugurale sabato 19 luglio, lo chef Natale Martucci domenica 20 luglio, gli chefs Martino Schirinzi e Giuseppe Paiano lunedì 21 luglio, e i corsisti IFOA dei corsi “Cuoca di cucina tipica pugliese” e “Tecnico superiore per la ristorazione e la valorizzazione dei prodotti territoriali e delle produzioni tipiche”.

Questa sera sarà in scena l’attesissimo chef Pierluca Ardito, considerato l’enfant prodige della cucina pugliese, già vincitore di numerosi premi, che a 29 anni può essere già annoverato tra i migliori chef della Puglia.
La cucina per Pierluca Ardito, impegnato attualmente presso “Il Ciliegeto” della Tenuta Monacelle, è un’esperienza tutta mediterranea. Ogni sua realizzazione, infatti, prende spunto dalla tradizione pugliese per evolversi e contaminarsi dei particolari sapori dell’intero bacino mediterraneo. Enfant prodige della cucina pugliese, lo chef Pierluca Ardito fa nascere la sua preparazione da una passione autentica per la cucina, che lo ha portato a girare l’Europa prima di rientrare nella sua Puglia.

La sua formazione inizia con la qualifica di operatore dei servizi di cucina presso l’I.P.S.S.A.R.T. di Castellana Grotte (Ba), per svilupparsi poi in un percorso di perfezionamento presso il prestigioso Istituto Superiore Arti Culinarie Etoile di Sottomarina (Ve). Nel 2001 è ammesso al selezionatissimo corso di cucina dell’Ecole Lenotre di Parigi, e nel 2004 frequenta brillantemente il corso di pasticceria presso l’Ecole Gastronomique Bellouet Conseil. Non mancano le medaglie ai concorsi internazionali di cucina, durante i quali i più grandi nomi del settore gli riconoscono qualità e talento che lo elevano ai massimi livelli di notorietà nel mondo della ristorazione di alta classe.

Nel 2003 e nel 2004 è il vincitore del titolo di Campione d’Italia a squadre agli Internazionali d’Italia, e sempre nel 2004 vince due medaglie d’argento alla Ika olympiade der koche ed è tra i finalisti a squadre per European Culinary Challenge di Erfurt in Germania.
Dal 2007 è presidente provinciale dell’associazione Cuochi Trulli e Grotte ed è delegato al consiglio dell’Unione Regionale Cuochi Pugliesi.
“Il primo obiettivo futuro – dice il giovane chef – è portare avanti il concetto della cucina mediterranea, e ancor più di quella pugliese, negli scenari internazionali, dove è ancora poco conosciuta. La qualità dei nostri prodotti, infatti, non ha rivali, ma è ancora poco nota nei ristoranti esteri, nei quali invece potrebbe trovare una grande espressione.

Lo Show cooking che va in scena a Tìpica è uno spettacolo vincente. Ritengo che questo teatro della cucina consenta un rapporto diretto tra lo chef e chi degusta i suoi piatti, svelando cioò che c’e’ dietro al piatto pronto, la preparazione ed il tocco segreto che rendono ogni piatto unico”.

Lo spettacolo dello Show cooking, presentato da Sandro Scarafino, inizierà alle ore 21.00.
A seguire concerto musicale di Gianni Rosini quartet alle ore 22.30. Durante la serata degustazione di prodotti tipici e presentazione dei volumi “La che cine noste” e “La cucina dell’olio d’oliva” di Candido Daresta (Vito Radio editore).