dali

A partire dal 28 maggio 2011 il Castello Aragonese di Otranto ospiterà un evento straordinario, quasi unico per gli amanti dell’arte: “Il genio di Salvador Dalì” in mostra per ben quattro mesi, fino al 25 settembre. Sulla scia dell’enorme riscontro di pubblico ottenuto con altri due eventi della stessa portata negli ultimi due anni con le mostre di Joan Mirò e Pablo Picasso, la suggestiva cornice del Castello Aragonese di Otranto si prepara ad accogliere Salvador Dalì, uno dei più grandi maestri del 900’, genio discusso e molto spesso incompreso, anticipatore di tendenze e fautore del Surrealismo più complesso e cupo: in esposizione sei sculture originali in bronzo, tra le quali la famosissima “Elefante cosmico” (di grandi dimensioni – h 120 x 90 x 350 cm), ed una selezione di cinquantaquattro litografie originali, che rappresentano a grandi linee i mondi onirici e surreali immaginati da Dalì, abitati da forze, pensieri, paure oscure che diventano oggetti e personaggi fantastici. Pittore, scultore, scrittore, illustratore, scenografo, disegnatore di gioielli e di mobili, Dalì è stato uno dei personaggi più complessi e affascinanti del secolo scorso: la Mostra presso il Castello di Otranto non sarà esaustiva quanto una visita al Museo di Figueras dedicato al Maestro nel suo Paese d’origine, ma è sicuramente un appuntamento  da non perdere. Per info e prenotazioni si può consultare il sito web dell’iniziativa.