Patrimonio Unesco

Patrimonio Unesco: turismo ed economia pugliesi

La terra di Puglia, si sa, è capace di offrire al suo visitatore tanta qualità sotto tanti aspetti differenti, come ad esempio dal punto di vista naturalistico – con il gran numero di bellezze paesaggistiche presenti – oppure, dal punto di vista della grande offerta culturale locale: in tempi recenti, del resto, i notevoli sforzi compiuti nella valorizzazione e nella conservazione del patrimonio storico sono stati riconosciuti a livello mondiale, com’è stato per Monte Sant’Angelo, che è entrata a far parte del patrimonio Unesco, con buone prospettive di crescita per il turismo e l’economia locale.

La crescita della Puglia passa per il patrimonio Unesco

Come detto, il patrimonio Unesco è una vera e propria risorsa per il turismo e l’economia di Puglia, e va trattato come tale da tutti gli operatori del settore turistico e dalle istituzioni locali, giacché promuovendo al massimo il patrimonio storico, culturale, culinario e folcloristico delle più belle località di Puglia inserite nel patrimonio Unesco – Monte Sant’Angelo, Alberobello e Castel del Monte, è possibile attuare un vero e proprio rilancio di una regione dal grandissimo potenziale turistico, soprattutto in termini di turismo di alta qualità, attraverso il quale gettare delle basi di uno sviluppo duraturo e di una crescita strutturale.