“Ricomincio dal Sud”, di primo acchito, parrebbe quasi un titolo di un’opera artistica: potrebbe trattarsi di un libro, di un cortometraggio, di una commedia teatrale; e, invece, questo è il nome di un’intelligente e lungimirante operazione di rilancio per la Puglia. Nella città di Taranto, infatti, è stata presentata questa nuova iniziativa, volta a gettare le basi per una valorizzazione reale della risorsa del territorio regionale, anche in considerazione delle tradizionali attività produttive. Tra turismo ed altre attività lavorative, i protagonisti di questi tentativi di rilancio economico sono i giovani, finalmente coinvolti in un’iniziativa proattiva.

Il progetto “ricomincio dal Sud”, come detto, è una grande occasione per il rilancio di diversi settori economici, coinvolgendo i cittadini di domani, cioè, i giovani: la Puglia, ma non solo questa regione, ha bisogno di maggior slancio per garantire una crescita economica per tutti. In questo progetto internazionale, prendono parte le seguenti regioni: in Francia, i dipartimenti di Lione, Marsiglia e il Beaujolais; in Italia, le province di Taranto, Lecce, Brindisi, Catania, Asti ed Alessandria. Saranno in venti giovani, dieci italiani e dieci francesi, tutti rigorosamente meno che trentenni e disoccupati, a scoprire nuove modalità di promozione e di collaborazione tra territori, creando nuovi itinerari turistici.

Il risultato di questo progetto internazionale, senz’ombra di dubbio, è quello di arrivare a mettere in evidenza tutte le eccellenze tipiche di un territorio: in questo modo, unendo si porterà a conoscenza del grande pubblico cose nuove, creando un nuovo genere di turismo. Si tratta di un’interessante opportunità di crescita e di sviluppo, che permetterà di mettere in rapporto due territori differenti e distanti tra di loro. Scopo finale di tutto ciò, è dare una possibilità ai giovani di inserirsi in un contesto lavorativo, grazie alle opportunità di contatto con il mondo del lavoro.