lavoro

Grandi novità in terra di Puglia, con l’ultima importante iniziativa regionale volta alla promozione occupazionale e del lavoro: La
Puglia al lavoro è il nome di questo grande piano per il lavoro, che si articolerà in tre bandi di gara e, questo è l’aspetto che rende l’iniziativa
grandiosa, è prevista l’erogazione di ben 340 milioni di euro da parte della Regione Puglia, un intervento sul mercato del lavoro senza precedenti tra le Regioni italiane.

I bandi di gara previsti dal piano di lavoro in Puglia

I bandi di gara previsti da questo piano per il lavoro, come detto presentati a Bari, si rivolgono a un gran numero di attori del mercato: giovani laureati, ricercatori, disoccupati, immigrati, giovani disoccupati, lavoratori in cassa integrazione, persone diversamente abili disoccupate, insomma, tutti coloro che sono maggiormente colpiti dall’esclusione del mercato del lavoro, con una particolare attenzione ai giovani, la cui disoccupazione raggiunge cifre notevoli.

Questo piano del lavoro mira principalmente a creare un circolo virtuoso tra la politica di formazione – affinché rispecchi le necessità del mondo del lavoro; la politica del lavoro – affinché crei sviluppo; e la politica dello sviluppo territoriale – perché possa dare uno slancio alla
modernizzazione e a un incremento del benessere sociale della Regione Puglia, secondo quanto presentato a Bari dal governatore Nichi Vendola.