Treni Puglia

La Regione Puglia prende posizione contro Trenitalia

La questione dei tagli ai trasporti ferroviari da e per la Puglia, decisa da Trenitalia, verrà affrontata in sede giudiziale con ben tre azioni legali distinte, promosse tutte dalla Regione Puglia. Secondo la strategia approntata dal Regione, verrà innanzitutto coinvolta l’Antitrust, per quanto riguarda il reale incremento dei biglietti in rapporto ad iniziative commerciali pubblicizzate come promozioni, dopodiché, verrà attivato un numero verde per coinvolgere i cittadini con i loro reclami e segnalazioni di inefficienze e disservizi e, infine, una class action contro Trenitalia.

Le ragioni dello scontro tra la Regione Puglia e Trenitalia

Le iniziative legali intraprese dalla Regione Puglia contro Trenitalia, si spiegano in seguito alla decisione delle Ferrovie dello Stato di escludere la Puglia dai trasporti in direzione del centro-nord, soprattutto, per quanto riguarda il transito da e verso la Calabria. Altro motivo della contesa, è da ricercarsi nell’aumento del costo dei biglietti, nonostante Trenitalia affermi che, attraverso la tariffa integrata, siano stati praticati dei ribassi. Non c’è da stupirsi, del resto, che a seguito di questi ricorsi promossi dalla Regione Puglia, possano nascerne poi centinaia di citazioni in giudizio per Trenitalia, dinanzi ai giudici di pace, con l’intento di spingere l’azienda a rivedere questa politica che penalizza la Puglia.