Merrill Lynch bond

Merrill Lynch, 4 indagati per il bond sanità pugliese

Tutto si è svolto nel corso del 2003, quando alla guida della Regione Puglia c’era la giunta di Raffaele Fitto e, di fronte alle difficoltà economiche della sanità pugliese, gli amministratori locali avevano quindi deciso di sottoscrivere con Merrill Lynch un bond ventennale da ben 870 milioni di euro, con il quale si intendeva effettuare un’operazione di ristrutturazione e un conseguentemente risanamento di un debito considerato all’epoca dei fatti già sufficientemente pesante.

Il bond per la sanità pugliese, tra Merrill Lynch e professionisti

Oggi, a distanza di otto anni dai fatti, la Procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio delle seguenti quattro persone per questo fatto del bond ventennale della sanità pugliese: Daniele Borrega, funzionario di Merrill Lynch, l’ex procuratore speciale di Merrill Lynch Maurizio Pavesi, l’avvocato intermediario consulente della Regione Puglia per l’operazione, Susanna Beltramo e, infine, un dipendente della Dexia-Crediop della filiale romana, Claudio Zecchi.