vini pugliesi

I vini pugliesi protagonisti del Vinitaly

Con lo slogan “Puglia, dove la terra diventa Vino” la Puglia è sbarcata ieri ad uno degli eventi più importanti del mondo enologico, vale a dire, il Vinitaly di Verona, luogo simbolo del vino italiano d’eccellenza per addetti al lavoro, buyer, giornalisti conoscitori e comunque per amanti del vino: tra i prodotti tipici di Puglia maggiormente in evidenza, i vini pugliesi stanno lottando sempre più per guadagnare visibilità in ragione della loro qualità sempre maggiore, cercando di rafforzare in modo deciso il brand.

La 46esima edizione di Vinitaly con la Regione Puglia

La Regione Puglia, per la quaranteseiesima edizione di Vinitaly, ha deciso di partecipare sostenendo i produttori di vini pugliesi: con 6000 metri quadri di area espositiva, 1500 etichette, 144 cantine pugliesi, i numeri dell’evento sono sicuramente molto promettenti, considerando che il pubblico toccò l’anno scorso i 156.000 visitatori – dei quali 50.000 stranieri – e 2.625 giornalisti da cinquanta nazioni. Tra i vini pugliesi, sono da segnalare 4 preziosi DOCG, 29 DOC e 6 IGT presenti a Vinitaly: tra i vitigni, Negroamaro, Nero di Troia e Primitivo, vitigni che hanno percorso un itinerario verso l’eccellenza ora premiato con risultati più che soddisfacenti.