birrifici pugliesi
Photo by MondoBirra.org

Un viaggio tra i birrifici pugliesi

La produzione di birra artigianale, nel corso degli ultimi anni, è divenuta un vero e proprio fenomeno culturale enogastronomico anche a livello italiano, paese in cui la forte tradizione enologica, per lungo tempo, ha sempre avuto un ruolo di primo piano nelle abitudini alimentari. Quello che ci prefiggiamo di fare oggi, amiche ed amici della Puglia, è un piccolo tour attraverso la nostra regione, esaminando alcuni produttori locali, per comprendere al meglio quali siano i tipi di birra che vanno per la maggiore.

Presso il birrificio Opus Grain di San Severo (FG), che si caratterizza per la sua produzione di birra non filtrata e non pastorizzata, vengono prodotte “La Chiara” – dalle tinte dorate; “La Rossa” – dai riflessi ramati e dal color ambrato; “La Scura” – caratterizzata dal colore bruno e, infine, la “Pink Piper” – una speciale birra al pepe rosa, fiori e scorze d’arancia.

Il Birrificio B94, sito a Lecce – anch’esso focalizzato sulla preparazione di birra non filtrata e non pastorizzata – propone invece le seguenti specialità: “Dellacava” – una cosiddetta bière blanche; “Terrarossa” – dalle tinte ambrate; “PorTeresa” – contraddistinta dal colore scuro; “Malagrika” – dalla tinta d’oro con sfumature di rosa; “Novemberay” – color ambrato chiaro.

Il birrificio Birranova di Triggianello (BA), propone invece una linea Classic, che comprende le birre “Linfa” – chiara di color dorato; “Abboccata” – dal color ambrato; “Negramara Extra” – dalle tinte ambrate; “Beva” – contraddistinta dal colore dorato; “Arsa” – dalle tinte scure; “Primatia” – un’altra ambrata. A queste birre si affiancano poi la “Why not” – una birra chiara e la “Trebbiana” – chiara.