ciclovia-acquedotto-pugliese
Photo by Ansa

Prende il via la ciclovia dell’Acquedotto pugliese

Gli amanti della natura e delle gite in Puglia alla scoperta dei più begli angoli di questa terra affascinante, saranno felici di sapere che proprio durante quest’ultimo week-end è stato inaugurato il primo tratto della stessa, della lunghezza di circa dieci chilometri, su un percorso che – quando sarà terminato – si estenderà sulla bellezza di 250 chilometri. Questa pista ciclabile è un affascinante percorso che affianca l’Acquedotto pugliese, offrendo una panoramica molto bella della Valle d’Itria, a cavallo tra paesaggi naturali meravigliosi e storia, capace di creare un punto di riferimento per gli amanti dello sport e della natura.

Un turismo eco sostenibile e interessato alle bellezze pugliesi

Questa interessante iniziativa a favore di un approccio allo svago più sostenibile e capace di coniugare arte e natura, potrebbe diventare un vero e proprio volano per far crescere modelli turistici capaci di evitare speculazioni edilizie, invitando anche i pugliesi stessi alla riscoperta di una parte della Valle d’Itria compresa tra Cisternino e Ceglie Messapica, nel cuore della provincia di Brindisi. Tra gli elementi più suggestivi di questo percorso, si trovano di sicuro anche i trulli: questa ciclovia diventerà ancor più affascinante, nel momento in cui verrà aperto il nuovo tratto tra Venosa e Santa Maria di Leuca.