Scopri dove acquistare i migliori taralli pugliesi

In questo sito potrai acquistare tanti deliziosi taralli pugliesi direttamente dalla Puglia, ma se vuoi puoi anche provare a farli tu stesso. I taralli classici pugliesi sono tutto sommato facili da fare, ma ci vuole un pò di tempo e un pò di manualità. Ti sei domandato come fare i taralli pugliesi in casa? E allora vediamo come si fanno questi taralli!

Sul nostro shop online puoi acquistare sia i taralli dolci sia i taralli salati, a te la scelta.

Ricetta taralli pugliesi, ovvero, taralli dolci pugliesi, la ricetta originale

La ricetta dei taralli pugliesi si tramanda di madre in figlia da molti decenni per non dire secoli. La ricetta dei taralli pugliesi friabili è una e sempre quella, anche se al giorno d’oggi c’è chi cerca taralli pugliesi bimby, da preparare con il famoso robot da cucina, per fare prima e sporcare meno. I taralli pugliesi bolliti, se sentite parlare di taralli pugliesi bolliti, sono quelli tradizionali, perchè la ricetta prevede proprio che essi vengano immersi in acqua prima di andare in forno. Oltre ai taralli pugliesi al vino, vi sono i taralli pugliesi dolci, ovvero i taralli di zucchero pugliesi. Avrete forse sentito parlare anche di taralli pugliesi scaldati, o scaldatelli, che sono sempre quelli! I taralli pugliesi senza vino non sono esattamente quelli tradizionali, ma sono ugualmente buoni. E poi vi sono i taralli pugliesi senza glutine, naturalmente per chi ha intolleranze.

Ricetta taralli pugliesi friabili

La ricetta dei taralli pugliesi friabili è sempre quella tradizionale ma per ottenere un buon risultato dovrete avere alcune accortezze.

  1. non lavorate troppo l’impasto
  2. dopo averli bolliti, non metteteli subito in forno, lasciateli asciugare BENE, potete infornarli anche l’indomani!

Ecco come fare ad avere dei taralli pugliesi bimby o non bimby perfetti, friabili ed irresistibili.

Taralli pugliesi bimby

Ricetta Taralli pugliesi, ricetta bimby? Eccola

Se preparate i taralli pugliesi bimby, abbiate cura di lavorare prima il vino e il sale per un minuto o due a velocità uno, poi l’olio a velocità 5 per ottenere una emulsione e infine la farina. Poi aggiungerete la farina a velocità spiga per 20 minuti. Non temete, non è troppo! Poi seguite la ricetta normale, formando dei cordoncini e poi dei taralli e facendoli bollire in acqua fino a che verranno a galla. Solo dopo una notte vi consigliamo di cuocerli in forno per 25 minuti a 200 gradi. Questi sono quelli che vengono chiamati anche taralli pugliesi bolliti.

Ricetta taralli pugliesi bolliti

Taralli pugliesi dolci, ovvero, taralli dolci pugliesi, la ricetta originale

I taralli pugliesi online – se non hai voglia di farli in casa – sono tutti qui, sull’esclusivo shop firmato LaTerraDiPuglia. La ricetta dei taralli pugliesi dolci prevede:

  • 1 kg di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 8 uova
  • 200 gr di olio
  • sale
  • un po di ruhm

Dopo averli bolliti e prima di infornarli, cospargeteli di zucchero! Avrete i taralli di zucchero pugliesi, buonissimi e irresistibili a tutte le età!

I taralli di zucchero pugliesi

I taralli pugliesi le calorie non sanno nemmeno cosa siano, a meno che non cominciate a mangiare quelli dolci, allora dovrete mettere in conto che qualche caloria la state ingerendo! Dopo aver visto la ricetta dei taralli pugliesi scaldati, è ora di approfondire quella dei taralli di zucchero pugliesi. Per i taralli pugliesi dolci dovrete togliere il vino bianco e aggiungere 6 uova, 200 gr di zucchero e un cucchiaio di ruhm. I taralli pugliesi dolci vanno cotti, dopo la bollitura, per 40 minuti a 180 gradi!

Taralli pugliesi scaldati

Evviva i taralli pugliesi fatti in casa! I taralli pugliesi scaldati o scaldatelli, sono taralli pugliesi dolci o non dolci, con vino o senza vino, che prendono questo nome dal processo di bollitura che precede la cottura in forno. I taralli pugliesi senza bollitura sono ugualmente buoni, ad andranno direttamente in forno, anche se dovete tenere presente che la ricetta tradizionale dei taralli pugliesi è un’altra. Lo stesso dicasi per i taralli pugliesi senza vino. Il vino e i semi di finocchio danno al prodotto quel quid di pugliese che altrimenti non avrebbero. Altro discorso invece per i taralli pugliesi senza glutine.

Taralli pugliesi senza bollitura

Avete mai sentito parlare di taralli pugliesi non bolliti ? Potete preparare i vostri taralli pugliesi scaldati senza bollirli, ovvero mettendoli direttamente in forno. Questo vale sia per la ricetta dei taralli pugliesi friabili tradizionale, che per la ricetta dei taralli pugliesi dolci.  E che dire dei taralli pugliesi senza glutine? In questo caso cambierà la scelta della farina, ma per un preciso motivo di salute e benessere. Per il resto la ricetta non cambia.

Taralli pugliesi senza vino

I taralli glassati pugliesi bimby non prevedono l’uso di vino perchè la ricetta dolce non vuole il vino bianco. Il sapore è leggermente diverso, ma gli ingredienti “rimanenti” sono sempre quelli. Provate così:

  • farina 300 gr
  • olio 70 gr
  • acqua 100 ml
  • sale un cucchiaino

Il procedimento è sempre quello dei taralli pugliesi scaldati, ovvero il procedimento dei taralli pugliesi, ricetta della nonna….

Taralli pugliesi ricetta della nonna? Eccola qui

I taralli pugliesi al vino bianco sono quelli classici, ovvero i taralli pugliesi salati. Ricapitoliamo perchè abbiamo parlato di taralli pugliesi friabili (ricetta), taralli pugliesi bimby, taralli pugliesi bolliti, taralli pugliesi dolci, taralli pugliesi scaldati, taralli pugliesi senza bollitura e taralli pugliesi senza vino.

Ora andiamo sul classico, con i taralli pugliesi, ricetta della nonna:

Taralli pugliesi ricetta originale, versione salata

Ingredienti

  • 125 gr di farina bianca
  • olio 30 ml
  • vino 40 ml
  • sale la punta di un cucchiaino
  • pepe qb
  • semi di finocchio qb

Preparazione

  • impastare la farina con olio e sale
  • aggiungere i semi di finocchio e il pepe
  • unire il vino e lavorare ancora
  • lasciar riposare l’impasto per 20 minuti
  • formare i taralli: prima si ricavano dei bastoncini e poi si chiudono. siccome è un prodotto che non lievita, formateli già della dimensione giusta
  • immergeteli pochi per volta in acqua bollente salata
  • quando vengono a galla disponeteli su una teglia unta d’olio
  • infornateli a 200 gradi per 25 minuti