Ricci di mare pugliesi, informazioni utili per gustarli al meglio

I ricci di mare sono una vera e propria “specialità” della terra pugliese, o meglio del mare pugliese. Se avete avuto la fortuna di recarvi in Salento per vacanza, sicuramente avrete avuto modo di assaggiarli proprio sul mare, magari in località come San Foca, o Porto Badisco. Qui, ma a volte anche nei paesi dell’entroterra, è facile imbattersi in piccoli banchetti di venditori/pescatori ambulanti che vendono i loro ricci sul momento. I ricci di mare si pescano abbondantemente sul versante adriatico della costiera salentina, dove il fondale è basso e roccioso. Hanno un sapore strepitoso, delicato e dolce, di mare. Il loro colore rosso, poi, è così invitante!

Vediamo gli argomenti che andremo ad approfondire insieme in questa pagina:

  • ricci di mare in Puglia, dove trovarli
  • prezzo dei ricci di mare
  • ricci di mare vietati, si, no, quando?
  • dove trovare ricci di mare in vendita
  • ricci di mare in gravidanza, si possono mangiare?

Ricci di mare in Puglia, dove trovarli

Molte persone partono per le vacanze in Puglia con l’idea ben precisa di trascorrere meravigliose giornate al mare ma anche di gustare tutto il meglio della gastronomia pugliese. E tra le varie specialità che desiderano gustare troviamo proprio i ricci di mare. Ci sono degli amanti dei ricci che non appena li trovano li gustano con grande piacere. Ma dove trovare i ricci di mare in Puglia? E in quale periodo? Vi diamo subito qualche consiglio al fine di non girare a vuoto e di trovare subito la giusta soddisfazione al vostro desiderio di ricci.

In Puglia potete trovare i ricci di mare in tanti ristoranti di pesce situati per lo più sulla costa. Potete trovarli anche nei ristorantini di pesce situati proprio a ridosso del mare o ancor meglio in taluni lidi attrezzati proprio per offrire anche servizio ristorante.

Difficilmente li troverete in pescheria o al supermercato. In pescheria o vicino al banco del pesce nei supermercati potreste trovare dei sughi pronti ai ricci di mare, più difficilmente i ricci freschi. 

Prezzo dei ricci di mare

Un chilo di ricci di mare freschi potrebbe costarvi suppergiù 6/12 euro al kg in un periodo in cui naturalmente non sia vietato pescarli e venderli. Nei periodi in cui invece sono vietati, potreste trovare ricci di mare o più facilmente polpa di ricci di mare proveniente da altre regioni. In tal caso il prezzo potrebbe essere più alto perché si tratterà di un prodotto più ricercato e meno facile da trovare.

Ricci di mare vietati, si, no quando?

Molte regioni italiane si sono attivate per proibire la pesca dei ricci di mare al fine di favorire il ripopolamento della specie. Questo vale per la Puglia, dove la pesca dei ricci è proibita sino al 2026. Ma non solo. Anche in Sardegna la pesca dei ricci di mare è proibita. Se il vostro obiettivo è gustare ricci di mare freschi appena pescati, informatevi in merito ai regolamenti regionali. Come sempre accade in ogni ambito, sicuramente vi capiterà di trovare qua e là degli ambulanti “abusivi” che potrebbero avere qualche riccio da vendere, ma sappiate che non è legale. Ad ogni modo pescatori e pescherie – salvo eccezioni rarissime e sporadiche – sono d’accordo nel voler rispettare la legislazione vigente e soprattutto nel voler preservare il benessere di questa specie.

Dove trovare i ricci di mare in vendita

Dove trovare ricci di mare in vendita? Come detto, se state leggendo queste righe durante il periodo in cui i ricci di mare sono vietati, dovrete recarvi in pescheria, al supermercato o sul web con la consapevolezza che potrebbero essere ricci dell’Adriatico o del mar Mediterraneo, non pugliesi o della vostra regione, se è una regione dove vige il divieto di pesca dei ricci di mare.

Ricci di mare in gravidanza, si o no?

La gravidanza è un periodo felice che va vissuto con gioia ma con talune attenzioni ed accortezze specie sul fronte alimentare. Si sconsiglia in generale di mangiare alcuni alimenti potenzialmente dannosi per la gestante e per il piccolo. Ci riferiamo agli alimenti che possono provocare una toxoplasmosi in pazienti che ancora non l’hanno avuta (negative alla toxoplasmosi) oppure ad alimenti potenzialmente ricchi di metalli o di batteri pericolosi. Tra gli alimenti ricchi di metalli menzioniamo per esempio il tonno o altri pesci a pezzatura grande provenienti da mari lontani. Tra gli alimenti ricchi di batteri troviamo invece i crostacei e i molluschi. Bandite assolutamente le cozze e le vongole che come sapete filtrano l’acqua marina e non sempre vivono in acque pulite. Diverso è invece il caso dei ricci di mare, che vivono in fondali rocciosi laddove al contrario l’acqua è bella limpida e pulita. Se proprio non potete farne a meno, potete rischiare l’assaggio, pur ricordando che si tratta sempre di un alimento crudi.

Ricette con i ricci di mare pugliesi

I ricci di mare pugliesi sono buoni così come sono, aperti e gustati con del semplice pane casereccio. Ma nulla vi vieta di farne una bella spaghettata! Non dimenticate, se fate la spaghettata, di far prendere solamente calore alla vostra polpa di riccio. I ricci non vanno mai cotti, altrimenti si squagliano e rimanete senza sapore e senza consistenza!

Ricetta spaghetti con i ricci di mare

Come detto, le ricette con i ricci di mare si contano sulle dita di una mano. Questo perché i ricci di mare sono una materia prima pronta per essere gustata, non idonea a cotture lunghe o a contaminazioni. Se non volete gustarli così come sono con del buon pane, potete gustarli anche come condimento di un buon piatto di pasta. La ricetta degli spaghetti con i ricci di mare è semplicissima e gustosa: vi basterà saltare brevemente aglio e prezzemolo in padella, aggiungere la polpa ai ricci di mare, far sì che prenda calore e poi saltarvi dentro gli spaghetti o altro formato di pasta di vostro gusto.

spaghetti con i ricci di mare


author avatar
Ilaria Scremin