pizza

Una vera pizza fatta in casa

La pizza si presenta come una proposta tradizionale della gastronomia italiana ed è senza alcun dubbio uno tra i prodotti maggiormente conosciuti a livello mondiale del nostro paese. La storia narra che con questo nome  si era soliti indicare le torte generalmente dolci. Successivamente a partire dal XIX secolo, la pizza ha assunto una grande importanza per la città di Napoli tanto da raggiungere poi un successo a livello mondiale.

Oggigiorno questo prodotto così delizioso è diventato un vero must per feste e cene, tant’é vero che si può preparare pure tra le mura domestiche, senza dover ricorrere per forza all’acquisto in una pizzeria. Proprio per questo, abbiamo pensato di proporti due diverse varianti di pizza, quella con impasto alto ovvero la versione classica napoletana e quella con impasto leggermente più basso, tipica soprattutto del Lazio.

La ricetta della pizza con pasta alta

La pizza preparata con un impasto alto è comune soprattutto nel sud d’Italia ed è la ricetta originale per eccellezza. Oggigiorno, per proporre anche una versione ancor più  gustosa della pizza, si farciscono anche i bordi, così da ottenere una sorta di calzone affiancato direttamente alla pizza. Se desiderate preparare pure voi la pizza originale, ecco qua la ricetta da seguire. In seguito potrete condire come più lo desiderate!

Ingredienti:

  • 800 gr. di farina 0
  • 200 gr. di farina 00 Manitoba
  • 50 gr. di lievito di birra
  • 200 gr. di latte
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio raso di sale fino
  • 50 gr. di olio extravergine di oliva
  • 350 gr. di acqua tiepida a 38 gradi

Procedimento:

  • In una terrina, sciogliete il lievito con un po’ di acqua tiepida, unite un po’ di farina fino ad avere un impasto fluido ma omogeneo, coprite la terrina con un panno e lasciate riposare per almeno 1/2 ora.
  • Mettete la farina a fontana sulla spianatoia, fate un buco al centro e metterete gli ingredienti rimasti e la palla della terrina che si sara lievitata.
  • Impastate con energia fino ad avere un’ impasto che sia morbido, elastico e non si attacchi alla spianatoia.
  • Questo impasto mettetelo in una terrina, incidetelo con una croce sopra e copritelo, lasciandolo lievitare almeno 2 ore.
  • Rieseguite, quindi, la lavorazione sull’impasto fino a ridurlo di volume, stendetelo in una teglia (o due dipende dalle misure) già unta di olio, condite a piacere e mettete in forno, nella parte media, preriscaldato a 250° minimo per 20-25 minuti.

La ricetta della pizza con pasta bassa

Se, invece, amate la pizza non eccessivamente alta cioè la versione che generalmente si può acquistare nelle pizzerie romane, non lasciatevi sfuggire quest’altra variante della pizza.

  • 600 gr. di farina 0
  • 400 gr. di farina 00 Manitoba
  • 50 gr. di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio raso di sale fino
  • 150 gr. di olio extravergine di oliva
  • 450 gr. di acqua tiepida a 38 gradi

Procedimento:

  • Sciogliete il lievito in un po’ d’acqua tiepida ed unitevi della farina fino ad avere un impasto fluido ma comunque abbastanza omogeneo; successivamente, coprite e lasciate riposare almeno 1/2 ora.
  • Disponete sulla spinatoia la restante farina, formando una fontana, dove andrete a metterete i restanti ingredienti e l’impasto lievitato.
  • Impastate energeticamente fino ad ottenere un impasto morbido ma allo stesso tempo elastico e dopodiché fate lievitare per almeno 2 ore.
  • Lavorate nuovamente l’impasto, riducendo prima il volume, e stendete in teglia o due teglie, unte in precedenza.
  • Preriscaldare il forno a 250° e cuocere ad altezza media per 20-25 minuti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.