ponte del ciolo - La Terra di Puglia

Il ponte del Ciolo è un luogo decisamente suggestivo, con un paesaggio bellissimo e mozzafiato. Vediamo dove si trova, perchè fare il bagno al ponte del Ciolo e dove si trova questo luogo. 

Dove si trova il ponte del Ciolo

Il ponte del Ciolo si trova in località in località Gagliano del Capo, poco più a nord di Santa Maria di Leuca. In un quarto d’ora di guida proseguendo da nord sulla litoranea che da Santa Maria di Leuca procede verso Otranto, e sarete arrivati.

Stiamo parlando di un tratto di costa sul mare Adriatico, caratterizzato dalla presenza di scogliere tutto sommato basse, ma di un mare piuttosto profondo. Se amate praticare sport acquatici in Salento, come snorkelling, immersioni, diving e apnea, siete sicuramente nel tratto di costa che fa per voi. Qui, la natura ha ancora il sopravvento, i colori sono intensi e autentici, e raramente troverete ressa e confusione. E’ obbligatorio però saper nuotare.

Vi riportiamo ora la mappa relativamente alla posizione del Ponte del Ciolo, che di seguito ci accingiamo a descrivere.

ponte del ciolo - dove fare il bagno in Salento - LaTerraDiPuglia

Il Ponte del Ciolo e la Grotta del Ciolo: come sono, cosa aspettarsi, cosa fare

Partiamo subito con una piccola curiosità: come mai questa località si chiama Ciolo, e con essa il ponte e la grotta sottostante? Ebbene, le ciole nel dialetto locale salentino sono le gazze ladre, uccelli particolarmente presenti in tutto il Salento. Effettivamente, in questi luoghi non è infrequente incontrare proprio le gazze ladre, che ivi nidificano molto di frequente. La presenza di gazze ma anche di altre specie di uccelli, e l’incredibile varietà di colori offerta da madre natura, è segno e testimonianza di una biodiversità unica nel suo genere che in questi lughi è possibile toccare con mano.

Il ponte del Ciolo è un ponte costruito dall’uomo negli anni Sessanta del Novecento per collegare le due sponde di uno dei più bei fiordi naturali del Salento. E’ alto 40 metri e lungo 60 metri. Un’insenatura molto profonda abbracciata da due scogliere decisamente a picco sul mare e per nulla basse. Da qui è possibile fare dei tuffi davvero mozzafiato nel blu, e non è infrequente trovare bagnanti intenti a farlo. Attenzione però, perchè è vietato. Dunque a vostro rischio e pericolo! L’altezza è abbastanza proibitiva ed è un po’ da professionisti: 40 metri. Chi lo fa, rischia probabilmente l’osso del collo, ma ci sono molte persone che continuano a farlo. Se vi sentite abbastanza impavidi, volete sperimentare la sensazione di estrema libertà e la scarica di adrenalina di essere venuti in vacanza nel blu, potete tentare il tuffo anche voi. Come detto, il tuffo è circa di 40 metri, mentre il mare è profondo circa tra i 20 e i 30 metri.

Se non desiderate tuffarvi potete ugualmente fare il bagno nel mare sottostante il ciolo. Vi basterè scendere la scaletta situata nel lato sud del ponte (sono cento gradini o poco più), e raggiungerete il livello del mare. Qui, troverete una sottile lingua di sabbia, una piccola spiaggetta dalla quale accedere il mare. Attenzione, l’acqua non è per nulla degradante: dopo appena qualche metro, siete subito in acque piuttosto profonde. C’è anche un piccolo appoggio in cemento, usato dai pescatori locali per appoggiare le loro imbarcazioni.

La Grotta del Ciolo

Sotto al ponte si trova anche una grotta, scavata per l’azione erosiva del mare con il tempo. Non è l’unica, naturalmente. Spostandovi a nuoto lungo la costa o partecipando ad un’escursione guidata delle coste del Salento via mare, scoprirete altre incantevoli grotte dove fare un bagno. Qui, l’acqua è fresca e cristallina, e se amate questo genere di luoghi conviene davvero venire a vederli. Menzioniamo anche la grotta Grande, nota ai locali anche come grotta dei Passeri o degli Spiriti o anche grotta del Laghetto. Quest’ultimo nome è dovuto al fatto che al suo interno si trova una sorgente d’acqua dolce, piacevolmente fresca, capace di rendere questa grotta un piccolo laghetto dove fare assolutamente un bel bagno. Un’altra grotta da menzionare è la grotta delle Prazziche, dove peraltro archeologi e speleologi hanno trovato diversi reperti risalenti alla Preistoria. Infine, nominiamo la grotta Piccola, straordinariamente profonda (100 metri circa), dove anni fa fu avvistato un esemplare di Foca Monaca.

spiaggia del Ciolo - Laterradipuglia.it

Ponte del Ciolo, sport subacquei e non solo

Tra gli sport praticabili in questo posto così incantevole e mozzafiato abbiamo citato il diving in Salento, lo snorkelling, le immersioni, l’apnea. Vale la pena anche di consigliare un pò di canoa, ma anche il trekking sulle scogliere circostanti l’insenatura, l’arrampicata e l’escursionismo. E poi, dal momento che abbiamo menzionato la gazza ladra, anche il bird watching.

Dove parcheggiare al ponte del Ciolo

Presso il ponte del Ciolo troverete un piccolo parcheggio a sud del ponte. Vi sono alcuni posti auto e un piccolo bar, oltre che l’accesso alla scala che porta giù alla spiaggetta. Altrimenti, se amate il trekking e camminare non vi spaventa, parcheggiate a Gagliano del Capo e proseguite a piedi.

Con che vento andare al ponte del Ciolo

Il tratto di mare compreso tra i due costoni di roccia abbracciati dal ponte del Ciolo è quasi sempre calmo proprio perchè protetto dalla roccia stessa. Tuttavia, ci sono giornate in cui vi sconsigliamo fare il bagno in queste acque. Evitate di recarvi al Ciolo se è vento di scirocco in quanto troverete mare mosso. Ottimo invece se il vento soffia da Ponente. Con vento di Tramontana oppure da Nord Est potrebbe essere leggermente fastidioso.