Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  

Vista di Martina Franca, da Cisternino

Perchè andare a Cisternino

Cisternino è una splendida cittadina situata nel cuore della famosissima Val D’Itria, in Puglia. Si tratta di una zona suggestiva ed incantevole, molto verde, dove scoprire ed ammirare la Puglia più autentica. Tra trulli, una vegetazione lussureggiante e profumatissima ed una delle gastronomie più invidiate al mondo, Cisternino è davvero una tappa obbligata per chi si trovi in vacanza in Puglia. Andare a Cisternino significa, insomma, fare un tuffo nella Puglia “da cartolina”, quella che noi tutti portiamo in serbo nella memoria e che risiede nell’immaginario collettivo. E per rendersi conto d’essere proprio “nella cartolina”, basta passeggiare tra i suoi vicoli bianchissimi, ammirando le tradizionali abitazioni pitturate a calce dagli ingressi delle quali fanno capolino splendide bouganville e piante in fiore d’ogni sorta…. Qui sembra sempre estate, e tra una bottega artigianale ed un ristorantino tipico (specializzato naturalmente in bombette, ma non solo), la vacanza è garantita. In qualunque momento dell’anno.

Diamo le coordinate di Cisternino

Dove si trova Cisternino ?

Siamo, come detto, in Valle D’Itria. La Valle d’Itria è un incantevole fazzoletto di terra sospeso ed incastonato tra le province di Brindisi, Bari e Taranto. Non si fa torto a nessuno, insomma, andando il Valle d’Itria! Scherzi a parte, ci troviamo nella parte più meridionale delle Murge baresi (dei piccoli rilievi che caratterizzano il territorio pugliese a nord della Valle D’Itria). Al di sotto delle Murge, dunque, la Valle si caratterizza per essere una depressione di origine carsica, che ha dato vita, di fatto, ad una valle vera e propria. Le cittadine più note della Valle d’Itria sono 3: Cisternino appunto, Locorotondo e Martina Franca. Tutte 3 elegantissime, bianche e signorili, si stagliano tra il blu del cielo, il verde intenso di questo paesaggio rurale caratterizzato da macchia mediterranea e piante boschive, ed il rosso intenso della terra. Rosso che più rosso non si può. Colori vividi proprio come nelle cartoline, belli, resi ancor più intensi dall’avvicendarsi delle ore del giorno, dalle stagioni, dal passare delle nuvole e dei temporali. Un pittore, forse, non saprebbe fare di meglio! Altre cittadine incantevoli ed accoglienti che vale la pena di visitare da queste parti sono Alberobello, famosissima per la straordinaria concentrazione di trulli, gli edifici rurali tipici della Valle D’Itria, Ceglie Messapica, Ostuni, Fasano. Prendetevi un fine settimana, o anche di più, se vi è possibile!

Cosa vedere a Cisternino

Centro Storico

Vi state domandando perchè andare a Cisternino e cosa vedere a Cisternino? Cominciamo col dire che Cisternino fa parte del circuito dei 100 borghi più belli d’Italia, e solo questo dovrebbe spingervi a farvi un salto, se non vi è bastato tutto ciò che vi abbiamo già raccontato nei paragrafi precedenti. Il suo centro storico è davvero un bijou: potete passeggiare tra vicoli lastricati a chianche (tipiche pietre locali solitamente in pietra leccese o in pietra di ostuni, molto comuni in tutta la Puglia), ammirare le casette del centro storico, curatissime, pitturate a calce, capaci di donare freschezza ed eleganza a chi le abita tutto l’anno. Gli esperti di urbanistica ed architettura definiscono Cisternino un capolavoro di architettura “spontanea”: un avvicendarsi di abitazioni private e palazzi, nati piano piano nel tempo, capaci di dar vita ad un vero e proprio gioiellino incastonato nel paesaggio rurale circostante.

 

Oltre ad immergersi nella Puglia più autentica, a Cisternino potete anche fare un tuffo nella storia e nella cultura locale. Tappa d’obbligo è la bellissima Chiesa Madre di San Nicola, costruita sulle rovine di un’antica chiesa edificata dai monaci basiliani, la Torre Normanno-Sveva, una splendida torre medioevale che segnava l’accesso alla città, e naturalmente le innumerevoli masserie che punteggiano i suoi dintorni.

Cosa mangiare a Cisternino

Cisternino è famosa per le bombette, involtini di carne di maiale ripieni di pancetta e caciocavallo. Le bombette pugliesi sono deliziose anche perchè vengono cotte al fuoco, in appositi forni tipici di questa zona. Tutta la valle d’Itria è ricca di macellerie dove è possibile accomodarsi e gustare la carne cotta al momento, dal banco della macelleria al forno a legna. Le carni vengono infilzate in spiedi e cotte alla brace assieme a deliziose patate che assorbono tutti i sapori (ed i grassi) delle carni. Forse non dietetico ma davvero imperdibile. Oltre alle bombette pugliesi potete gustare anche dell’ottima salsiccia a punta di coltello, salsiccia normale, salsiccia piccante e molta altra carne alla griglia. Anche il capocollo è davvero ottimo! Per quanto riguarda i vini, a Cisternino potete chiedere dell’ottimo vino locale e della casa, che sicuramente non vi deluderà, visto che la zona offre anche una buona tradizione vitivinicola. Il Martina Franca e il Locorotondo sono appunto due DOC davvero ottimi della zona.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •