NocinoAlcune premesse.
Troverete quantita spaventose, per gli ingredienti; il fatto e che, nel 1995, questo nocino lo preparai per una enoteca di qui (l’avevo gia fatto nel 1994, ed era piaciuto…). Non preoccupatevi: decimate le dosi…
L’albero era un vecchio noce sull’Etna, a circa 1.700 m. slm; io feci due sopralluoghi, prima di raccogliere; ma la raccolta, comunque, si fa all’alba del 24 giugno. I motivi scaramantici sottesi a questa tradizione, secondo me, devono prevalere su tutte le altre considerazioni. Naturalmente la raccolta a quella quota aveva due implicazioni e un risultato. L’albero a quella quota e a quella data aveva frutti ancora un po’ indietro di maturazione; era in un campo libero e quindi con nessun problema di raccolta; era certamente esente da trattamenti con pesticidi e altre schifezze.
Ed ora, la ricetta del nocino!
Lista degli ingredienti:

noci, 6 kg
alcool a 95°, 20 Lt
zucchero bianco raffinato, 13 kg
vino rosso, 8,50 Lt
boccioli di rosa esssiccati, 50 gr
stecche di cannella, 45 gr
chiodi di garofano, 50 gr
la scorza di 750 gr di limoni verdi, freschissimi
acqua, 2,5 Lt

NB: per queste quantita ci vogliono 8 contenitori in vetro da 5 litri
Il procedimento:
Raccolte le noci, ad ogni buon conto lavatele accuratamente; poi, muniti di un paio di guanti di gomma e di un ampio grembiule, tagliuzzatele e pestatele accuratamente, con tutto il mallo. In uno o piu contenitori di vetro con chiusura ermetica mettete le noci cosi pestate, le scorze dei limoni, meta dose dei chiodi di garofano e della cannella e versatevi sopra l’alcool. Mettete i vasi in un luogo soleggiato e, ogni tanto, scuoteteli; poi, la sera, ritirateli in casa e il mattino dopo riesponeteli al sole. Andate avanti cosi per 40 giorni. Al termine di questo periodo separate l’alcool dalla parte solida, frullate quest’ultima e riaggiungetela all’alcool. Subito dopo, con vino, acqua, chiodi di garofano e cannella rimasti, e zucchero, a fuoco bassissimo, preparare lo sciroppo; far bollire per cinque minuti e lasciar raffreddare. Appena freddo unirlo all’alcool e alle noci. Tappare ermeticamente, scuotere accuratamente e riprendere l’esposizione al sole (ritirando la notte) per altri dieci giorni.
Adesso potete filtrare il tutto, spremere accuratamente la parte solida, mescolare accuratamente, rifiltrare tutto e imbottigliare in vetro scuro, possibilmente tappando con sughero e coprendo il tappo con ceralacca.
Aspettate quantomeno il Natale per congratularvi con voi stessi e bere il nocino!

Vado a nascondermi…
_________________
Giampipero…
e un marchio registrato!

Riepilogo
recipe image
Nome ricetta
Nocino
Pubblicato il
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
Voto medio
51star1star1star1star1star Based on 1 Review(s)

Leave a Reply

Your email address will not be published.