alici-arraganate

Una conserva pugliese: le acciughe sotto sale

Oggi vi portiamo con noi alla scoperta di una speciale ricetta tipica della tradizione mediterranea, nata con lo scopo di assicurare la disponibilità di un prezioso pesce come l’acciuga durante le stagioni in cui la pesca – almeno in passato – era molto difficile: stiamo parlando delle acciughe sotto sale, una vera e tipica conserva pugliese, che veniva adottata pressoché su tutte le aree litorali in cui questo pesce azzurro era disponibile.

Il segreto per la preparazione di una perfetta conserva di acciughe sotto sale, da sempre, è quello di evitare il contatto del pesce con l’acqua non di mare, proprio perché la presenza di acqua dolce causa irrimediabilmente l’insuccesso dell’operazione, provocando la putrescenza di questo sano e pregiato pesce azzurro, le cui virtù nutrizionali sono state riscoperte e messe in evidenza nel corso degli ultimi anni.

Siete pronti a preparare una vera ghiottoneria per festeggiare nel migliore dei modi una festa in compagnia di familiari o amici? Servendo in tavola delle acciughe sotto sale, magari come aperitivo o anche fritte, a seconda delle vostre preferenze, dimostrerete quello che è il vostro talento ai fornelli. A tra poco, quindi, con le nostre indicazioni per aiutarvi a preparare una perfetta conserva di acciughe sotto sale.

Ingredienti per la ricetta delle acciughe sotto sale

Prima di procedere con la ricetta, preoccupatevi che nella vostra dispensa non manchino i seguenti ingredienti:

acciughe
sale

La procedura per preparare le acciughe sotto sale

Ecco a voi come dovete procedete per essere certi di preparare delle ottime acciughe sotto sale:

  • Prima di tutto, accertatevi di avere a disposizione un contenitore di vetro e di forma cilindrica, dotato di un’apertura superiore completa.
  • Prendete almeno un chilogrammo di acciughe ( in questo senso, potrete anche scegliere dei multipli di questa quantità), privatele della testa e delle interiora con il passaggio semplice del pollice, quindi asciugatele mettendole su un canovaccio, utilizzandone un altro per tamponarle.
  • Depositate uno strato di sale sul fondo del contenitore, ricopritelo di alici e alternate sale e pesce fino a un centimetro dalla sommità del contenitore, concludendo col sale.
  • Chiudete non ermeticamente con un “tappo” (si può usare una forma tonda di legno) e sistemateci sopra un peso di almeno 2 kg.
  • Ogni due giorni, controllate ed eliminate il liquido in eccesso, considerando che ne deve restare 1 centimetro sopra le acciughe.
  • Mettete i vasi al fresco in cantina, riparandoli dalla luce solare e, soprattutto, in un ambiente asciutto.
  • Attendete 2 mesi per iniziare a mangiarle. Quando prenderete le vostre acciughe, prestate attenzione ad usare delle posate pulite e, soprattutto, preoccupatevi di appianare sempre quelle che restano nel contenitore, facendole restare sempre a contatto col loro liquido.
  • A seconda dei vostri gusti, potreste anche metterne alcune sott’olio: a questo scopo, lavate ed asciugate bene i filetti delle vostre acciughe, dopodiché, profumate l’olio con alcuni aromi, spezie, peperoncino e aglio intero.
Riepilogo
recipe image
Nome ricetta
Acciughe sotto sale
Pubblicato il

One Response to "Acciughe sotto Sale"

  1. Francesco  16 Febbraio 2017

    Grazie della ricetta. ottima

Leave a Reply

Your email address will not be published.