Anche l’autunno è un momento dell’anno in cui la terra sa offrire tante prelibatezze e, tra le tante che si possono assaporare, oggi abbiamo deciso di selezionare la zucca, vera e propria regina della tavola perché contraddistinta da una versatilità notevole, potendo essere sfruttata per ricette dolci e salate. Quale potrebbe essere quindi una soluzione per riuscire a gustare questo ortaggio anche nei periodi dell’anno in cui non è disponibile? Noi oggi abbiamo pensato ad una fresca e salutare marmellata di zucca.

zucca-marmellata

La zucca: un po’ di storia di questo simpatico ortaggio

Ingrediente versatilissimo e diffuso nella cucina di gran parte del mondo, l’origine della zucca è in parte dibattuta, giacché secondo alcuni sarebbe stata importata in Europa da Cristoforo Colombo, sebbene esistano testimonianze storiche del consumo di questo ortaggio già nel mondo egizio, come del resto in quello romano, arabo, in quello asiatico (soprattutto in India) e, ovviamente, anche nell’Antica Roma. È tuttavia importante sottolineare come si trattasse di tante varietà differenti, esattamente come quelle importate appunto in Europa da Colombo al ritorno dal viaggio nelle Americhe.

Una delle teorie maggiormente condivise, però, è quella secondo la quale la zucca sia giunta sulle nostre tavole dall’Asia, e più precisamente dall’India, per poi diventare un ingrediente comune della cucina contadina. Alla stessa maniera, però, la scoperta di alcuni semi di zucca databili attorno al 7-6’000 a.C. nell’area dell’odierno Messico, ha spinto in epoca recente diversi ricercatori ad attribuire a queste terre l’effettiva origine di questo frutto della famiglia delle cucurbitaceae.

ACQUISTA LE MARMELLATE DALLA PUGLIA

Le caratteristiche nutrizionali della zucca

Per prima cosa, è importante sottolineare come la zucca sia un ortaggio relativamente povero di calorie (si parla infatti di sole 15 kCal per 100 grammi) e, oltre a questa caratteristica molto interessante per coloro i quali vogliano migliorare la propria dieta, possiamo dire che questa cucurbitacea sia ricca di betacarotene, vitamine dei gruppi A e C, grassi Omega 3 e minerali quali il potassio, lo zinco, il fosforo e il calcio e, infine, ovviamente non mancano nemmeno le fibre, presenti in quantità davvero notevole.

Questo concentrato di salute, quindi, si riflette in un’utilità e versatilità incredibile della zucca per quanto riguarda la cura della salute, considerando come sia efficace contro la colite, l’insonnia, la tachicardia, i problemi alla prostata (come l’ingrossamento della stessa) e, infine, notando come l’ortaggio si presti bene anche a contrastare batteri e micose.

Gli ingredienti della marmellata di zucca

Prima di dare uno sguardo a quelli che sono gli ingredienti da usare per questa preparazione, vogliamo ricordarvi come di questo ortaggio possano essere consumati, oltre alla polpa, anche i fiori (maschili) e i semi. Per quanto riguarda la vostra marmellata di zucca, considerate quindi che vi servono:

  • 1 kg di polpa di zucca
  • 400 grammi di zucchero
  • 1 limone

La ricetta della marmellata di zucca

Ecco come potete procedere nella preparazione della marmellata di zucca:

  • Per prima cosa, procuratevi una zucca di dimensioni medie, che in seguito dovrete preoccuparvi di tagliare in modo di riuscire ad ottenere dei dadi di grosse dimensioni, che vi aiuteranno nella preparazione della vostra marmellata.
  • A questo punto, dovrete preriscaldare il vostro forno ad una temperatura di 180 gradi e, quindi, dovrete lasciare cuocere i vostri dadi di zucca per almeno mezz’ora, in modo tale da riuscire a rendere più morbida la consistenza della polpa.
  • Dopo aver sistemato il vostro preparato in una pentola, utilizzate un mestolo di legno per ottenere una purea e, quando avrete raggiunto questo livello di consistenza, dovrete preoccuparvi di aggiungere lo zucchero e quindi il succo e la scorza del limone.
  • Procedete quindi a cuocere la vostra marmellata, a fuoco basso, per circa mezz’ora. Fate il test del piatto, asportando qualche goccia di marmellata, facendola cadere su un piatto e, quindi, inclinando quest’ultimo, la stessa marmellata non dovrà scivolare velocemente. In caso contrario, dovrete proseguire ancora un po’ con la cottura.
  • Sterilizzate quindi i vostri barattoli e, quindi, versate al loro interno la vostra marmellata calda, avendo cura di capovolgere i vasetti.