sgombri-allo-aceto
foto by impariamoamangiare.com

Un semplice piatto di mare pugliese: gli sgombri all’aceto

La cucina regionale pugliese offre tanti spunti interessanti per consumare pranzi o cene molto leggeri e salutari, esattamente come dovrebbero fare tutti coloro i quali vogliono alimentarsi seguendo i principi della dieta mediterranea: quest’ultima, in effetti, prevede la preparazione di pietanze anche a base di pesce di mare, una risorsa disponibile in quantità – e soprattutto di qualità eccellente – all’interno della Puglia.

Proprio per i più ghiotti, oggi abbiamo scelto di prendere in considerazione una ricetta molto semplice, la cui origini è da ricercare nel mondo duro e genuino dei pescatori del litorale dell’Adriatico e, in maniera più precisa, dell’area barese: stiamo parlando degli ottimi sgombri all’aceto, una gustosa ricetta che farà la felicità di grandi e piccini, data l’accostamento interessanti tra i vari sapori che contraddistinguono questa preparazione.

Siete pronti a portare sulle vostre tavole una specialità che appartiene alla tradizione più antica della cucina barese, stupendo i vostri ospiti con qualche cosa di particolarmente buono? Seguite i nostri preziosi consigli ed otterrete una pietanza di mare perfetta per tutte le occasioni, con un ingrediente semplice come gli sgombri che, in questo caso, diventano particolarmente appetibili e leggeri…

Gli ingredienti per la ricetta degli sgombri all’aceto

Prima di dare il via alla preparazione della nostra ricetta, preoccupatevi di avere a disposizione tutti questi ingredienti:

  • 1 chilo di sgombri
  • olio extravergine di oliva
  • aceto
  • sale
  • menta ed aglio tritati

La preparazione degli sgombri all’aceto

Diamo ora uno sguardo a quelle che sono le fasi che contraddistinguono questa ricetta barese:

  • Sfilettate gli sgombri, avendo cura di involgere i filetti in una tela, per poi sistemarli in una pentola con acqua e sale.
  • Mettete la pentola sul fuoco, lasciando bollire per alcuni minuti (secondo un detto popolare pugliese, “giusto il tempo per recitare un Pater Noster”).
  • Levate i vostri filetti dall’acqua, sgocciolateli e sistemateli quindi in una terrina, ricoprendoli poi di aceto.
  • Manteneli almeno per un’ora in questa maniera, quindi, eliminate la tela.
  • A questo punto, potrete sistemare i vostri sgombri in un piatto di portata, procedendo a condirli con dell’olio extravergine di oliva, menta e aglio tritati.

Per la preparazione della ricetta, la cui difficoltà si può ritenere di medio livello, vi serviranno all’incirca un’ora e quindici minuti di tempo. Per gustare al meglio i vostri sgombri all’aceto, stappate una bottiglia di Locorotondo bianco.

Riepilogo
recipe image
Nome ricetta
Sgombri all'aceto
Pubblicato il
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
Voto medio
31star1star1stargraygray Based on 2 Review(s)

One Response to "Sgombri all’Aceto"

  1. Vincenzo  17 Aprile 2020

    Una ricetta che con la varietà di sgombri che in Portogallo chiamano “sarda” diventa semplicemente divina, anche cuocendo gli sgombri interi e puliti senza sfilettarli. Si sfilettano dopo e si irrorano abbondantemente con aceto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.