Scorcio Monopoli - Photo by Francesco Ippolito
Scorcio Porto di Monopoli – Photo by Francesco Ippolito

Monopoli è una ridente cittadina di 50 mila abitanti, 50 km a sud di Bari.
E’ prevalentemente conosciuta come località balneare, con 13 km di costa e circa 25 calette, e particolarmente affollata d’estate nella zona del Capitolo, in cui si trovano le spiagge sabbiose e le discoteche per il divertimento notturno.
Monopoli non è soltanto sole e mare; il suo borgo antico di origine medievale, infatti, ha un rilevante valore dal punto di vista storico e artistico.

Informazioni da Google
Informazioni da Google

Il percorso turistico inizia da Piazza Vittorio Emanuele II, cuore pulsante della città, nota anche come il Borgo, attorno alla quale si sviluppa la parte moderna nonchè la vita commerciale e amministrativa, e nei cui sotterranei sono stati rinvenuti i rifugi antiaerei risalenti alla Seconda Guerra Mondiale.
Passeggiando per il “paese vecchio” s’incontrano numerose chiesette quali la chiesa di San Domenico, di epoca rinascimentale, la Chiesa rupestre della Madonna del Soccorso, sotto il livello stradale, collocata nel X secolo sul portocanale, poi insabbiato dai Normanni per impedire gli attacchi dal mare.

Interni della Cattedrale - Photo by Francesco Ippolito
Interni della Cattedrale – Photo by Francesco Ippolito

In Largo Cattedrale è ubicata la Basilica di Maria SS:della Madia, d’architettura barocca e decorata con marmi policromi.
Alla Cattedrale è legata la leggenda della Madonna della Madia, secondo la quale l’icona della Madonna sia arrivata “miracolosamente” a Monopoli su una zattera di grandi travi di legno, che dovevano servire ad ultimare i lavori di costruzione del tetto del duomo, iniziati nel 1107 dal vescovo Romualdo e non ancora terminati dieci anni dopo.
L’evento dell’approdo della Madonna viene celebrato ogni anno il 16 Dicembre alle 5 di mattina e d’estate il 14 Agosto.
Da visitare la Cripta della Cattedrale, in cui sono custoditi resti della chiesa romanica, tombe medievali, ellenistiche e messapiche e ritrovamenti dell’età del bronzo.

Proseguendo per Via Argento, s’incontra la Porta Vecchia, antico accesso al centro storico di Monopoli, con una bella vista sul mare e sulle mura fortificate cinquecentesche.
Qui vicino si trova Piazza Palmieri, la piazza più antica della città vecchia, dove sorge anche l’omonimo Palazzo Palmieri.

Sul lungomare si può ammirare il Torrione di S.Maria, postazione difensiva con il cannone, e il Castello di Carlo V, costruito nel 1552 come fortezza, poi ristrutturato e divenuto nel 1660 dimora di residenza nelle forma attuale pentagonale con le torri ai vertici.
Sulla stradina lungo il porto si affaccia Palazzo Martinelli, in stile tipicamente veneziano, con il loggiato e le finestre ad arco a tutto sesto, testimonianza della dominazione veneziana in terra pugliese.
Piazza Garibaldi accoglie Palazzo Rendella, attuale Biblioteca comunale, e la Colonna Infame con l’orologio e lo stemma del comune.

Castello Carlo V - Photo by Francesco Ippolito
Castello Carlo V – Photo by Francesco Ippolito

A pochi passi la Chiesa Santa Maria degli Amalfitani, costruita nel XII dai marinai di Amalfi, scampati ad un naufragio, in segno di ringraziamento alla Madonna. In stile romanico, fu soggetta a numerosi rimaneggiamenti; al suo interno conserva una cripta quasi interamente nel suo aspetto originario.

Per chi ama il relax e la natura, imperdibile è l’agro monopolitano, costituito da circa 100 contrade e disseminato di antiche e bianche masserie, chiese e grotte rupestri e distese di ulivi, mandorli e carrubi.