Martina Franca ospita il Festival della Valle d’Itria

La città di Martina Franca è pronta per ospitare la quarantatreesima edizione del Festival della Valle d’Itria: ebbene sì, dal 14 luglio sino al 4 agosto 2017 ci saranno diverse date in cui sarà possibile assistere allo spettacolo di musica lirica e sinfonica. Quest’anno il direttore artistico sarà Alberto Troia, mentre il direttore musicale sarà Fabio Luisi: entrambi, con questo appuntamento, desiderano commemorare lo storico direttore artistico Rodolfo Celletti, in occasione del centenario della nascita.

Gli spettacoli del Festival della Valle d’Itria 2017 nel dettaglio

Durante la prima serata di inaugurazione, il 14 luglio alle ore 21:00, sarà messo in scena “l’Orlando Furioso” di Vivaldi; lo spettacolo, peraltro, vedrà pure la co-produzione con la Fenice di Venezia! Come saprete bene, quest’anno si celebra il mezzo millennio di storia dell’opera scritta da Ludovico Ariosto. Chi non potesse parteciparvi, avrà la possibilità di assistere alla seconda ed ultima recita il 31 luglio.

Il 15, 18, 22 luglio ed il 1° agosto il pubblico potrà assistere all’esecuzione della composizione dell’italiano Claudio Monteverdi “Altri canti d’amor“: con questa si ricordano i 450 anni dalla nascita dell’artista, mentre che le “Donne Vendicate” di Piccinni sarà suonata il 16, il 24 ed il 28 luglio a partire dalle ore 21:00.  Il 19 ed il 30 luglio, poi, si terrà lo spettacolo incentrato sull’opera di Giuseppe Verde “Un giorno di regno”. Nella giornata del 29 luglio – repliche il 2 e 4 agosto – invece si potrà assistere a Margherita d’Anjou di Meyerbeer.

Se amate le composizioni di Puccini, invece, non potrete fare a meno di partecipare alla serata del 23, 25 o 27 luglio, giornate in cui sul palco si potrà assistere a “Gianni Schicchi”. Il 26 luglio 2017, invece, sarà il turno del “Concerto per lo spirito” presso la Basilica di San Martino, mentre che il 3 agosto vi si terrà il Concerto sinfonico. Non dimentichiamoci neppure degli appuntamenti “Fuori orario” e del celebre Premio Celletti, che sarà assegnato ad un personaggio noto del panorama internazionale del belcantismo.