L’estate 2018 si presenta più calda del dovuto in Puglia

La bella stagione che è in corso sembra essere più difficile del solito per la Puglia: difatti, nell’ultimo periodo oltre al meteo decisamente un po’ altalenante, si sono verificati alcuni eventi rilevanti che mettono sotto la lente di ingrandimento il territorio pugliese. Iniziamo proprio da uno dei fatti più recenti che abbiamo visto in televisione: la questione braccianti e caporalato, oramai, è uno di quegli argomenti assai noti per quanto riguarda il sud Italia e, purtroppo, ancora una volta abbiamo avuto conferma del fatto che la raccolta dei pomodori nei campi é solo un pretesto per sfruttare persone che hanno bisogno di lavorare e che, pur di guadagnare qualcosa, si fanno trasportare su un furgoncino sovraffollato e non adibito a tale scopo. L’incidente dello scorso 4 agosto, avvenuto nel Foggiano proprio tra uno di questi furgoncini ed un tir, ha fatto perdere la vita a 12 persone su 16!  Che cosa dire, poi, della questione Ilva di Taranto? Oramai, sono ben 6 anni che si va avanti con questo problema dopo che erano stati sequestrati gli impianti con accusa di disastro ambientale ed ora emergono anche le domande di Di Maio presso l’Avvocatura di Stato circa la correttezza della gara. Un altro grave problema che continua ad agitare la popolazione pugliese (e non solo) è legata al Tap: il gasdotto transadriatico che, stando a quanto dicono gli esperti porterebbe addirittura ad un abbassamento consistente delle bollente, rischia di deturpare una della spiagge più belle pugliesi ovvero quella di San Foca. Pensate, addirittura, che il micro-tunnel passerebbe a soli 700 metri dalla spiaggia e uscirebbe nel fondale marino ad 800 metri circa dalla riva, ad una profondità di 25 metri. Nonostante il progetto sia approvato, le polemiche circa la realizzazione del Tap non si placano, tant’è vero che il governatore della Puglia, Michele Emiliano, desidera spostarlo a Brindisi, mentre che per il Governo si tratta di un’opera assai strategica per gli approvvigionamenti futuri di gas.

Meteo in Puglia: un’estate davvero matta!

Oltre ai problemi di natura politica, anche il tempo sembra non promettere le condizioni più favorevoli per una bella stagione estiva. Difatti, già a luglio dopo il caldo africano si erano affacciati sulla regione forti temporali e vento, tant’è vero che anche le temperature avevano subito un abbassamento, specie sull’area del mar Adriatico. Pochi giorni fa la situazione meteorologica in Puglia non era delle migliori: difatti, nonostante al nord dell’Italia vi fosse il sole e stabilità, nel sud le forte raffiche di vento e le celle temporalesche non hanno lasciato scampo. Pensate, addirittura che nella provincia di Lecce e più precisamente nei pressi di Casarano si era abbattuta una tromba d’aria. Ora anche per questo Ferragosto 2018 le proiezioni del tempo sembrano non promettere stabilità! Infatti, l’anticiclone africano potrebbe lasciare ben presto spazio alle correnti provenienti dall’Atlantico e, quindi, a temporali anche se per ora sarebbero più concentrati nel centro-nord della penisola italiana. Non resta che attendere in un miglioramento complessivo delle condizioni climatiche (e non solo) della Puglia!