Taranto: le ultime novità sull’Ilva

Taranto: le ultime novità sull’Ilva

L’eterno dilemma e problema annoso che riguarda la città di Taranto, vale a dire la tutela ambientale e quella del lavoro all’Ilva, conosce nuove interessanti sviluppi: tra nuove indagini, decreti e lavori in corso, come si concluderà questa vicenda?

Taranto: Ilva, 150 giorni per bonificare Tamburi

Taranto: Ilva, 150 giorni per bonificare Tamburi

La questione dell’Ilva di Taranto sta conoscendo nuovi interessanti sviluppi: il quartiere più toccato dall’inquinamento, Tamburi, sarà sottoposto a cinque mesi di interventi che mireranno a migliorare la qualità di vita.

Per l’Ilva un sequestro senza blocco immediato

Per l’Ilva un sequestro senza blocco immediato

Secondo le ultime indiscrezioni, per l’Ilva è pronto a scattare il sequestro senza fermo immediato di alcuni impianti: a testimonianza della situazione delicata, ieri, 5.000 operai hanno manifestato bloccando le statali per Bari e per Reggio Calabria.

Sequestro imminente per l’Ilva di Taranto ?

Sequestro imminente per l’Ilva di Taranto ?

il sequesteo dell’Ilva forse è imminente, tutto è in mano al giudice delle indagini preliminari Todisco. A Taranto la tensione è alle stelle e gli operai si stanno mobilitando, si rischiano scontri con le forze dell’ordine.

La Puglia uccide il Salento ??

Nel Salento a rischio tumore un cittadino su tre, grazie all’Ilva di Taranto e ci chiediamo perché il presidente Vendola non si muove, ed anzi a Galatina la Colacem richiede di bruciare rifiuti CDR e gli viene data l’autorizzazione dal Presidente della Provincia di Lecce Gabellone. Siamo stanchi di barattare la salute per i soldi di qualche lavoratore, oppure per la costruzione di strade con i soldi di queste aziende (vedi SP tangenziale di Soleto) che vendono morte ai cittadini locali.