Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  

chiese di Lecce - Laterradipuglia.it

Lecce, la città delle Cento Chiese: conosciamo dunque le chiese di Lecce

Oltre ad essere definita la Firenze del sud, Lecce è anche chiamata la città delle cento chiese e dei mille palazzi. Naturalmente non vi elencheremo cento chiese in questa pagina, ma cercheremo di spendere due parole su quelle di maggiore interesse.

La Basilica di Santa Croce

Tra le chiese di Lecce, questa è il simbolo incontrastato del Barocco Leccese. Edificata tra il 1549 ed il 1695 sulla base di una serie di disegni a cura di Gabriele Riccardi, per mano dei noti architetti Giuseppe Zimbalo e Cesare Penna, presenta un prospetto davvero ricco (per non dire ricchissimo) di decorazioni, statue, simboli e dettagli.

Il Duomo dell’Assunta

Proseguiamo la carrellata delle chiese di Lecce conoscendo più da vicino il Duomo dell’Assunta, che si erge al centro della piazza che porta il suo nome. E’ sicuramente uno degli edifici religiosi più belli del nostro paese, e fu edificato nel secolo XII. Di fatto, fu iniziato nel 1144, poi ripreso nel 1230 e terminato del tutto, si pensi, nel 1689. La ristrutturazione seicentesca per mano di Giuseppe Zimbalo ha portato all’edificazione della torre campanaria. I prospetti del duomo sono ben due: quello principale si trova a sinistra dell’episcopio, mentre quello secondario si affaccia proprio sulla piazza. Molto bella la cripta del XII secolo, alla quale, nel secolo XVI, furono aggiunti una serie di dettagli barocchi. Tornando al campanile, questo fu eretto nel periodo di tempo che intercorre tra il 1661 ed il 1682 ed è alto ben 72 metri. Si tratta del 17esimo campanile europeo per altezza. Si pensi che quando il cielo è terso e limpido dall’alto della sua sommità è possibile distinguere chiaramente il Mare Adriatico e le montagne dell’Albania. Sempre al Seicento appartengono l’episcopio e il seminario.

La Chiesa di Sant’Irene

Sant’Irene era la prima patrona di Lecce fino a quando, secondo la leggenda, Sant’Oronzo avrebbe salvato la città dalla peste nel 1656. A lei è dedicata una chiesa detta anche dei Teatini, che fu costruita nel 1591. Al suo interno vi sono diversi altari.

Altre chiese di Lecce che consigliamo di visitare

Tra le chiese di Lecce che vi consigliamo di visitare, citiamo sicuramente

  • la chiesa del Carmine,
  • la Chiesa di Gesù,
  • la Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo,
  • la Chiesa di San Matteo,
  • la Chiesa di Santa Chiara,
  • la Chiesa del Rosario,
  • la Chiesa di Sant’Antonio a Fulgenzio,
  • la Chiesa di San Francesco della Scarpa,
  • la Chiesa di Sant’Anna, la Chiesa di Santa Elisabetta,
  • la Chiesa di Santa Maria degli Angeli,
  • la Chiesa di Santa Maria della Grazia,
  • la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, una delle primissime chiese edificate in città;
  • la Chiesa di Santa Teresa,
  • la Chiesetta di san Marco, edificata nel 1543 dai veneti, che si insediarono in città per motivi commerciali e che fecero edificare anche il Sedile;
  • la Chiesa Greca all’interno della quale ancora oggi si svolgono celebrazioni di rito greco bizantino. La presenza del rito greco in città non ha tuttavia nulla a che fare con la Grecía Salentina, che rappresenta un retaggio della presenza bizantina e dei monaci basiliani in un’ampia zona a sud di Lecce. In questo caso, invece, si tratta di una chiesa costruita nel 1765 per la colonia di mercanti greci ed albanesi presenti in città.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •