I monti della PugliaLa Puglia non è una regione particolarmente montuosa, fatta eccezione per alcuni rilievi situati in provincia di Foggia, nella zona della Daunia. Qui, si trovano i monti della Daunia: si tratta di un subappennino, ovvero il prolungamento della zona sudorientale campana degli Appennini. Le vette più alte e più note sono il Monte Crispignano e il Monte Cornacchia, che toccano rispettivamente quota 1105 e 1152 metri sul livello del mare.

Puglia

Anche il Gargano è, di fatto, una zona montuosa, che raggiunge la sua massima altitudine nel Monte Calvo, con 1056 metri sul livello del mare. Originariamente il Gargano era un’isola, ma con l’andare del tempo e con l’accumularsi di depositi alluvionali, è divenuta un tutt’uno con la zona continentale. Il nome Calvo deriva dal fatto che, nonostante il monte sia interamente ricoperto di fitti boschi, non si può dire lo stesso della sua sommità che è, a tutti gli effetti, “calva”. Quanto alla geomorfologia del monte Calvo, esso è di origine calcareo carbonatica, proprio come lo sono le Murge e le Serre Salentine. Come si può immaginare, dunque, il monte presenta anche numerose grotte, che furono abitate sin dai tempi preistorici. Sempre sul Gargano, ed attorno al monte Calvo, si trovano altri rilievi minori, come il Giovanicchio, il Monte Nero e lo Spigno.

Puglia