Con un DPR del  1971 è stata riconosciuta la DOC al vino Castel del Monte, il vino pugliese che viene alla tavola con il maggior numero di preparazioni, ben 9, che utilizzano uve di molti diversi vitigni. Tutti, però, coltivati nell’intero territorio del comune di Minervino Murge ed in parte del territorio dei comuni di Andria, Corato, Trani, Ruvo, Terlizzi, Bitonto, Palo del Colle, Toritto e l’isola amministrativa D’Ameli del comunedi Binetto. Queste le preparazioni ammesse dal disciplinare la loro composizione:

-“bianco”: 65%-100% di Pampanuto e/o Chardonnay, vi possono concorrere per non più del 35% altre uve a bacca bianca non aromatiche raccomandate ed autorizzate nella provincia;

– “rosso”: 65%-100 % di Uva di Troia e/o Aglianico, vi possono concorrere per non più del 35% altre uve a bacca nera non aromatiche raccomandate ed autorizzate nella provincia;

– “rosato”: 65%-100% di Bombino nero e/o Aglianico, vi possono concorrere per non più del 35% altre uve a bacca nera non aromatiche raccomandate ed autorizzate nella provincia;

– “Chardonnay”: 90%-100% di Chardonnay, vi possono concorrere per non più del 10% altre uve a bacca bianca non aromatiche raccomandate ed autorizzate nella provincia;

– “Sauvignon”: 90%-100% di Sauvignon, vi possono concorrere per non più del 10% altre uve a bacca bianca non aromatiche raccomandate ed autorizzate nella provincia;

– “Pinot bianco”: 90%-100% di Pinot bianco, vi possono concorrere per non più del 10% altre uve a bacca bianca non aromatiche raccomandate ed autorizzate nella provincia;

– “bianco da Pinot nero”: 85%-100% di Pinot nero, vi può concorrere per non più del 15% altre uve da Pinot bianco;

– “Pinot nero”: 85%-100% di Pinot nero, vi possono concorrere uve raccomandate ed autorizzate nella provincia fino ad un massimo del 10%;

– “Aglianico” rosso e rosato:  90%-100% di Aglianico, vi possono concorrere uve da vitigni no aromatici raccomandati ed autorizzati nella provincia fino al 10%.

Il Castel del Monte bianco: – colore: paglierino – odore: delicato e leggermente vinoso – sapore: asciutto, fresco – alcol tot. min.: 10,5 gradi – bicchiere: tulipano slanciato – temp. di serv.: 10°C – abbin. gastr.: antipasti senza insaccati, spaghetti alla marinara, piatti di pesce bianchi,  asparagi, lampascioni lessati, formaggi teneri.

Il Castel del Monte rosso: – colore: dal rubino al granato – odore: vinoso e gradevole – sapore: asciutto, armonico e giustamente tannico – alcol tot. min.: 12 gradi – bicchiere: tulipano medio – temp. di serv.: 18°C – abbin. gastr.: orecchiette al ragù e altra pastasciutta con condimenti a base di carne,  arrosto, grigliati vari di carne,  pecorino.

Il Castel del Monte rosato: – colore: rosato con toni di rubino – odore: vinoso delicato, fruttato – sapore: asciutto, armonico e gradevole – alcol tot. min.: 11 gradi – bicchiere: tulipano medio – temp. di serv.: 13-14°C – abbin. gastr.:  salumi dolci, minestre leggere, spaghetti al pomodoro, risotti a base di carne, orecchiette con cime di rape, carni bianche bollite o in umidi leggeri, pesce a carne rossa, formaggi non molto stagionati.

Il Castel del Monte Chardonnay: – colore: paglierino molto chiaro – odore: delicato e fruttato – sapore: asciutto, pieno e armonico – alcol tot. min.: 10,5 gradi – bicchiere: tulipano slanciato – temp. di serv.: 10°C – abbin. gastr.: antipasti leggeri, frutti di mare, formaggi teneri.

Il Castel del Monte Sauvignon: – colore: paglierino – odore: intenso e caratteristico – sapore: asciutto e armonico –  alcool tot. min.: 10,5 gradi –  temp. di serv.: 10°C – abbin. gastr.: antipasti leggeri, frutti di mare, formaggi teneri;

Il Castel del Monte Pinot bianco: – colore: paglierino –  odore: delicato, fine e caratteristico – sapore: armonico e asciutto –  alcool tot. min.: 10,5 gradi – temp. di serv.: 10°C – abbin. gastr.: antipasti leggeri, frutti di mare, minestre leggere di verdura, passati di verdure, formaggi molto delicati;

Il Castel del Monte bianco da Pinot nero: – colore: paglierino chiaro – odore: fresco e delicato – sapore:  asciutto, pieno e armonico – alcool tot. min.: 11 gradi – temp. di serv.: 10-12°C – abbin. gastr.: minestre di verdura e altre minestre leggere, brodetti leggeri, pesce magro, frutti di mare, formaggi teneri e delicati;

Il Castel del Monte Pinot nero: – colore: rubino di media intensità – odore: fine e gradevole – sapore: asciutto, pieno ed armonico – alcool tot. min.: 12 gradi – temp. di serv.: 16°C – abbin. gastr.: primi di pastasciutta a base di carne o pomodoro, carni bollite o arrosti o bolliti di carni bianche, umidi leggeri, formaggi di media stagionatura  delicati, frittate, coniglio al forno.

Il Castel del Monte Aglianico rosso: – colore: rosso rubino di diverse intensità – odore: vinoso, delicato e caratteristico – sapore: asciutto e armonico – alcool tot. min.: 12 gradi – temp. di serv.: 16°C – abbin. gastr.: antipasti di insaccati, formaggi di media stagionatura, pastasciutta a base di carne, arrosti leggeri o bolliti, pollame e coniglio al forno;

Il Castel del Monte Aglianico rosato: – colore: rosato di varia intensità – odore: delicato e fragrante – sapore: asciutto, armonico e persistente – alcool tot. min.: 11 gradi – temp. di serv.: 13-14°C – abbin. gastr.: antipasti misti, zuppe di verdura, pastasciutte leggere a base di pomodori o altri sapori delicati, bolliti di carni bianche, umidi leggeri, zuppe di pesce con presenza di pomodoro, funghi arrosto, formaggi teneri di sapore delicato.

Leave a Reply

Your email address will not be published.