Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  

Gli eventi a Gallipoli non mancano mai: in città è sempre festa!

Gallipoli è una cittadina molto vivace dunque nel corso dei mesi non è infrequente imbattersi in qualche evento tradizionale o divertente. 

eventi a Gallipoli - Laterradipuglia.it

La festa di Santa Cristina

La festa di Santa Cristina è la festa patronale di Gallipoli. Molto attesa dai gallipolini, coinvolge e incuriosisce anche diversi turisti, dal momento che si svolge in piena estate, nei giorni 23 e 25 luglio. La festa prevede celebrazioni religiose miste a momenti triviali e ludici, come la nota Cuccagna a Mare. Non mancano mercatini e bancarelle, oltre alla possibilità di acquistare il sempre gustoso cibo di strada.

La cuccagna a mare

La cuccagna a mare è un evento che ha luogo ogni anno in occasione dei festeggiamenti in onore di Santa Cristina, patrona della città. Si tratta di una tradizione davvero molto antica, nel corso della quale, sulla banchina del porto, si sistema un palo di legno orizzontalmente e parallelamente al mare, ma leggermente inclinato verso l’alto. Il palo è unto di grasso, mentre sull’estremità è collocata una bandiera con il tricolore. I partecipanti devono cercare di raggiungere la bandiera, ma il grasso e l’inclinazione del palo rendono l’impresa non facilissima, motivo per cui molti intrepidi “scalatori” della cuccagna a mare, cadono irrimediabilmente in acqua. L’albero della cuccagna gallipolino ha un forte legame con la vocazione marinara della città, poichè richiama il bompresso, ovvero quell’albero montato a prua degli antichi velieri. 

Il Carnevale gallipolino

Il carnevale gallipolino è un evento immancabile capace di animare la cittadina salentina ed attirare presso di sè molti spettatori. Si tratta di una tradizionale sfilata di carri allegorici, di ottime fattezze, molto creativi e colorati, accompagnati da gruppi mascherati. Una sfilata che non ha nulla da invidiare anche alle più blasonate d’Italia e che diverte grandi e piccini, ben disposti a pazientare il tempo necessario tra il passaggio di un carro e l’altro, ed a sopportare il freddo talvolta pungente del periodo che caratterizza la fine del Carnevale. L’appuntamento è per l’ultima domenica di Carnevale e per il martedi grasso successivo di ogni anno. A Gallipoli, in particolare, il Carnevale ha sempre inizio il 17 gennaio, giorno in cui si festeggia S. Antonio Abate. Segna questa data un grande falò, che tradizione vuole si realizzi bruciando gli alberi di Natale. La maschera tradizionale della città di Gallipoli è lu Titoru, cioè Teodoro. Narra la leggenda che Teodoro era un giovane gallipolino che, di ritorno dalla leva militare, chiese alla madre di preparargli un piatto di polpette, il suo piatto preferito. La madre preparò le polpette a Teodoro che, per l’entusiasmo, l’ingordigia e la foga, soffocò con una polpetta. Il gruppo mascherato che mette in scena la vicenda di Teodoro presenta dunque il giovane morto, la madre, le comari intente a piangere il defunto (le chiangimorti). In particolare la mamma di Teodoro è la Caremma, altra figura simbolo della tradizione salentina, incarnante la Quaresima. 

La Sagra del Pesce Spada

La sagra del pesce spada ha luogo ogni anno a metà agosto. Nel corso della sagra è possibile gustare dell’ottimo pesce spada alla griglia.

La Settimana Santa

In tutta la Puglia i festeggiamenti connessi alla Santa Pasqua sono molto sentiti e, per certi versi, anche molto coreografici. Immancabile è la processione del Venerdi Santo a Gallipoli, una lunga processione in costume, carica di suggestione e phatos che si snoda lungo le vie principali della città.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •