Cattedrale romanica di Conversano
Cattedrale romanica di Conversano

A circa 200 metri sul livello del mare, sulle colline della Murgia barese sorge Conversano, con il suo possente Castello e la sua storia nobiliare.
Il cuore del centro storico si apre sulla suggestiva Piazza Castello, meglio conosciuta come Largo di Corte, dove svetta, sul punto più alto della città, il Castello e la Torre cilindrica rinascimentale.
Di origini normanne, dal carattere decisamente militare, il Castello fu costruito su antiche mura megalitiche del V secolo a.C. e rimaneggiato nei secoli tanto da diventare poi un’elegante dimora per i conti e le dinastie che si sono succedute. Resta intatta la sua struttura trapezoidale con quattro torri angolari.
Oggi gran parte degli spazi del Castello è di proprietà privata; è possibile visitare la Pinacoteca comunale, che ospita le tele del ciclo “La Gerusalemme Liberata” di Paolo Finoglio, realizzate nella metà del 1600 su commissione degli Acquaviva d’Aragona.
Notevole è il suo ingresso in Piazza della Conciliazione che conserva un portale barocco del 1710.

Da qui in breve si raggiunge il Monastero e la Chiesa di San Benedetto, sede per diversi secoli delle potenti Badesse mitrate.
La Chiesa di San Benedetto, d’impronta normanna arricchita successivamente di numerosi elementi barocchi, presenta un portale principale caratterizzato da due statue di leoni, colonne corinzie e architrave decorata e un portale laterale più modesto, sormontato dal campanile normanno.
Da ammirare la torre campanaria barocca con maioliche bicrome.
All’interno del complesso monastico sono ubicati anche la Cripta paleocristiana,  il Chiostro romanico e il Museo Archeologico, in cui si possono osservare scavi e reperti di età arcaica ritrovati anche nei paesi limitrofi.
A pochi passi da Largo di Corte ecco la Basilica di Santa Maria Assunta, importante esempio di romanico pugliese.
Benchè sia stata restaurata alla fine del 1300 e nei primi del 1900, in seguito ad un incendio, la Cattedrale ha conservato la sua facciata romanica con tre portali e rosone quattrocentesco a dodici raggi. L’interno a tre navate è lineare con spesse pareti in pietra abbellite da preziose cappelle e altari e un matroneo superiore costituito da trifore e colonnine.
Vale la pena fare una passeggiata per i vicoli del borgo antico di Conversano, che mantiene il fascino della sua storia medievale e valorizza il patrimonio di una città che sprigiona arte e cultura.