parco-gargano

Cento nuovi alberi per il Parco del Gargano

Vi abbiamo parlato ieri della situazione molto delicata degli ulivi nel Salento, una vera e propria emergenza che può avere ricadute importanti a livello naturale su tutta la regione, ma oggi, possiamo fortunatamente riportarvi anche una buona notizia, che riguarda stavolta lo splendido Parco del Gargano. Quest’angolo naturale sempre più preso in considerazione dai turisti grazie alle sue splendide località, grazie all’impegno congiunto del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati (COOU) e della Green Challenge, riceverà infatti in dono ben 109 piante da piantumare per sostenere al meglio l’equilibrio naturale presente.

Parco del Gargano: a cavallo tra arte, religione, storia e natura

Per un’area molto particolare come quella del Gargano, al cui interno convivono importanti testimonianze di arte, religione, storia e natura, il secondo posto ottenuto nella competizione della Green Challenge – ideata per l’appunto dal Consorzio Obbligatorio Oli Usati – è un’ulteriore conferma dell’attenzione e della sensibilità locali nei confronti di una risorsa, la natura, sempre più messa sotto pressione nel mondo. Per comprendere l’importanza della piantumazione di questi nuovi 109 alberi, basta considerare come, in genere, un albero sia in grado di “neutralizzare” circa 700 chili di Co2 nel corso della propria esistenza: un contributo non sottovalutabile per la sopravvivenza dell’interno ecosistema.