Ornella Muti sfrattata, ma sarà vero? Ebbene sì, Anche ai VIP può capitare di essere sfrattati di casa e di dover, per così dire, “fare fagotto e alzare le tende”. La vittima dello sfratto esecutivo di cui stiamo parlando oggi è un’attrice simbolo dell’Italia in tutto il mondo: ci riferiamo alla bella Ornella Muti. E con lei, hanno dovuto fare le valigie uno stuolo di parenti, ovvero la madre ultranovantenne, i suoi tre figli Naike Rivelli, Andrea e Carolina Fachinetti e tre nipoti. Quattro generazioni in cerca di casa, insomma.

A prima vista, lo sfratto verso Ornella Muti poteva sembrare una delle scene tragicomiche di una commedia all’italiana firmata Carlo Verdone, e invece stavolta era proprio realtà. E la realtà ce l’ha mostrata, cellulare alla mano, la figlia Naike Rivelli, che invece che dare una mano con gli scatoloni o cercare di fare chiarezza con gli ufficiali giudiziari, ha immortalato il vai e vieni di scatoloni sul suo profilo Instagram. Meno divertita invece Ornella Muti, visibilmente turbata e presa evidentemente in contropiede dal provvedimento.

Un equivoco, direte voi. E invece no. Gli ufficiali giudiziari che ieri mattina hanno bussato a casa Muti per notificare e far rispettare l’ingiunzione di sfratto. All’origine dello sfratto, pare ci siano la bellezza di 80 mila euro di debiti – presumibilmente affitti non pagati – verso i locatori dell’appartamento di oltre 250 metri quadri situato in viale Platone a Roma. Vip o non vip, insomma, l’affitto si paga.

All’arrivo degli ufficiali giudiziari, l’Ornella nazionale è apparsa stupita e turbata, tuttavia ha minimizzato affermando che il trasferimento era già in programma da tempo, che comunque le tubature erano esplose e quindi la casa aveva un danno, e che non si erano ancora trasferiti a causa dello stato di salute della nonna ultranovantenne.

Insomma, quattro generazioni di Muti, dal più piccolo alla più anziana hanno dovuto fare le valigie ed abbandonare il lussuoso appartamento nel giro di qualche ora. L’intera famiglia si è temporaneamente rifugiata presso l’hotel Parco dei Principi, vicino a Villa Borghese, per poi decidere dove trasferirsi in via definitiva. Forse in Piemonte, forse altrove a Roma? Non si sa, ci auguriamo che per Ornella Muti questo sia l’ultimo sfratto.