origano pugliese - La Terra Di Puglia

L’origano pugliese è una di quelle erbe spontanee aromatiche capaci di donare un sapore ed un profumo tipico mediterraneo a qualunque piatto. Re incontrastato della pizza margherita, l’origano pugliese si sposa benissimo anche con piatti di pesce, contorni, ed è perfetto se aggiunto alla preparazione di conserve quali, per esempio, le melanzane a filetti. Se avete la fortuna di raccogliere un pò di origano fresco, vediamo come fare ad essiccarlo efficacemente. 

Com’è fatto l’origano fresco

L’origano fresco si compone di tante foglioline piccole come una lenticchia e dalla forma tondeggiante. Se non l’avete mai visto, sarà difficile riconoscerlo come l’origano che avete in dispensa. Un aiuto certamente vi potrà venire dall’olfatto, tuttavia.

Dove trovare l’origano fresco

Le piante di origano sono spontanee e fanno parte della cosiddetta macchia mediterranea. Il Puglia non è inusuale trovarne qualche pianta nelle campagne, ma anche a ridosso del mare, sulle zone più aride e ricche di scogliere. Qui i profumi che è possibile respirare a pieni polmoni da maggio sino a settembre sono davvero diversi e tutti inconfondibilmente piacevoli. Se non avete modo di andare a passeggio nelle zone più selvagge ed incontaminate della Puglia, potete optare per l’acquisto di una piantina di origano, che potrete comodamente tenere in vaso.

Come essiccare l’origano pugliese

Potete essiccare l’origano pugliese in agosto, quando il sole è molto caldo. Se disponete di molti rametti, l’essiccazione è davvero l’ideale perchè vi consentirà di avere questo straordinario aroma sempre disponibile anche durante la stagione fredda che avete davanti a voi. Scegliete il mese di agosto e procedete come descritto sotto.

Come essiccare l’origano fresco al sole

L’essiccazione dell’origano può avvenire su una rete a maglie sottilissime. Disponete i rametti ben distanziati tra loro e adagiate la rete su un piano orizzontale, al sole. Sarà sufficiente una giornata, dal mattino sino a sera, per avere già il vostro prodotto essiccato. A differenza di quanto accade per i pomodori secchi pugliesi, l’origano non richiede giorni e giorni di esposizione al sole, e nemmeno salatura. La procedura insomma è piuttosto semplice.

Come essiccare l’origano fresco all’ombra

In alternativa, legate i rametti di origano tra loro a formare dei mazzetti. Con una molletta per la biancheria, appendete i mazzetti a testa in giù, all’ombra. E aspettate che l’aria li secchi naturalmente. Anche questo metodo è molto efficace e pratico.

Come essiccare l’origano fresco in forno

Se agosto volge al termine e non avete più molte giornate di sole caldo, o semplicemente non avete molto tempo da dedicare all’essiccatura dell’origano, potete ricorrere al forno. Accendete il forno in modalità statica alla minima temperatura possibile: 30 gradi è l’ideale. Disponete i rametti sulla leccarda opportunamente rivestita di carta forno, quindi inserite il tutto nel forno per 10 minuti. Per evitare che si generi umidità potete lasciare leggermente la porta del forno aperta.

Cosa fare dopo aver essiccato l’origano fresco pugliese?

Qualunque metodo scegliate per essiccare il vostro origano, poi posate i rametti su un canovaccio e “sgranateli” delicatamente con le mani. Raccogliete tutte le foglioline essiccate e spostatele in un vaso. Se ritenete che vi sia umidità, lasciate il vaso aperto per qualche ora. Altrimenti chiudete e riponete in dispensa.

origano fresco a mazzetti shop online - Laterradipuglia

E se non trovo origano fresco?

Ti ricordiamo che all’interno del nostro shop potrai trovare in vendita deliziosi rametti di origano pugliese già essiccato da noi e pronto per essere sgranato o conservato come meglio si preferisce. Un tocco di Mediterraneo dovunque voi siate, sempre pronto a partire dalla Puglia alla volta di casa vostra.

Leave a Reply

Your email address will not be published.