Per chi ha dubbi che l’acqua del rubinetto di casa sia pulita e buona da bere, ecco la sfida lanciata alle famiglie da Acquedotto pugliese: comparatela all’acqua in bottiglia. Ed ecco come. Aqp e Coop Estense hanno presentato l’iniziativa “Il massimo della trasparenza”. A partire da oggi in 13 punti vendita Coop i consumatori troveranno delle tabelle riepilogative delle qualità organolettiche dell’acqua del rubinetto. Niente di più semplice che confrontarle con le tabelle dei valori nutrizionali apposte sulle bottiglie di acqua dei reparti “minerali”. Una semplice occhiata per decidere se acquistare o meno l’acqua in bottiglia o se invece propendere per l’acqua di casa che, quanto meno, è a chilometro e plastica zero.

Inoltre in determinate giornate, chi si recherà nel punti vendita Coop potrà incontrare direttamente tecnici dell’Acquedotto Pugliese, ai quali porre domande ed avanzare dubbi sulla qualità dell’acqua del rubinetto.

Ecco le date stabilite: venerd’ 27 gennaio (dalle 17 alle 20) e sabato 28 gennaio (dalle 10 alle 13) all’ipercoop di Bari, Santa Caterina; venerdì 3 febbraio (dalle 17 alle 20) e sabato 4 febbraio (dalle 10 alle 13) agli ipercoop di Taranto, Surbo (Lecce), Foggia, Andria, Brindisi.

L’acqua sotto la lente

Su quali fattori Aqp lancia la sfida? Intanto basandosi sul potenziamento dei controlli chimici e microbiologici che vengono effettuati ogni anno ed in ogni fase del ciclo produttivo e distributivo. Si parla di più di 350mila controlli nel solo 2011 che hanno tenuto conto di oltre 70 parametri diversi per apporre il sigillo di garanzia. Non resta che leggere l’etichetta e poi assaggiare.