I giovani della Puglia vogliono ritornare a coltivare la terra

Un’analisi condotta da Coldiretti Puglia ha messo in evidenza che i giovani desiderano ritornare all’agricoltura: in riferimento al rapporto SVIMEZ circa l’utilizzo delle risorse provenienti dai Piani di Sviluppo Rurale (Psr) del periodo 2014-2020 nelle regioni del Sud è stato possibile notare questo incremento di interesse. Ciò è emerso anche perché ben 5 mila under 40 hanno presentato domanda per l’insediamento in agricoltura: purtroppo, però, 9 richieste su 10 al momento non sono state accolte, giacché si è verificato un errore di programmazione da parte dell’Amministrazione Regionale, rischiando addirittura di vedersi restituire i fondi messi a disposizione da Bruxelles. Attualmente, sono state ammesse all’istruttoria solo 750 domande su un totale di 5202 domande presentate; per le restanti si attende la sentenza del TAR programmata per il mese di settembre.

Gli investimenti nell’agricoltura diventano una realtà concreta?

La stessa Coldiretti ha messo in evidenza che tale fenomeno rappresenta una sconfitta per tante persone che sono desiderose di avviare la propria attività e che, invece, si trovano una porta chiusa di fronte a sé, soprattutto per quanto riguarda il Mezzogiorno, dove l’occupazione  e la sostenibilità ambientale rappresentano attualmente un’interessante opportunità per gli under 40. In questa maniera, peraltro, si cerca anche di scongiurare la continua fuga di giovani, cosa che dai dati dello SVIMEZ è ben chiara. Il presidente di Coldiretti, inoltre, sottolinea che è la troppa democrazia a “spegnere” l’entusiasmo dei giovani: aspettare oltre 3 anni per avviare la propria attività non fa altro che danneggiare il paese e l’agricoltura pugliese, sottraendo così della possibilità di ricchezza per questi. Stando ad un’indagine condotta da Coldiretti, le aziende condotte da giovani in questo settore hanno una superficie superiore di oltre 54% alla media, con fatturato più elevato rispetto la media (75%) e il 50% di occupati in più per l’azienda. Inoltre, la Puglia risulta essere in cima alla lista delle imprese con giovani under 35 impegnati nell’agricoltura, posizionandosi addirittura al 2° posto sulla classifica nazionale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.