lampascioni alla pugliese lampascioni alla salentina - La Terra di Puglia- La Terra Di Puglia.it

I lampascioni alla salentina è una ricetta gustosa a base di lampascioni. Sono piccole cipolline deliziose che tutti amano gustare. Il problema, se non volete comprarli già pronti, è che dovete prepararli. E lì vi dovete munire di un po’ di pazienza. Ma non solo. Dovete anche capire come prepararli per bene, in modo che siano digeribili e privi di quella punta di amaro persistente che non tutti amano. Vediamo dunque la ricetta salentina dei lampascioni, nota anche come ricetta della nonna.

Lampascioni alla salentina, tutti gli step per non sbagliare

I lampascioni del Salento sono spesso chiamati in zona come pampascioni. La maggior parte sono preparati lessi, ma non lessi “e basta”. Sono bolliti in acqua assieme ad altre verdurine, sino ad ottenere un prodotto finito leggermente agrodolce. Questa è la ricetta autentica dei lampascioni del Salento. Li potete gustare come contorno a piatti di carne o di pesce, oppure all’interno di insalatone di patate o di altre verdure cotte.

lampascioni alla salentina
Lampascioni pugliesi alla Salentina già pronti sul nostro shop.

Come si preparano i lampascioni all’aceto alla salentina

Vi serviranno ovviamente dei lampascioni freschi che troverete al mercato o supermercato, ma anche online, direttamente dal Salento! Poi degli sponzali, cipollotti tipici del Salento (se non li trovate va bene un cipollotto o piccolo porro), pomodorini freschi, una carota, sedano, qualche foglia di alloro, olio extravergine di oliva, mezzo bicchiere di aceto bianco. Questi sono gli ingredienti della ricetta dei lampascioni alla salentina.

LEGGI ANCHE  Cosa si può cucinare nella pentola in terracotta?

Vediamo ora come si prepara la ricetta.

Ricetta dei lampascioni alla salentina: vediamo come si fa

La ricetta dei lampascioni alla salentina è una ricetta antica che ancora oggi le nonne preparano sovente. Ci vuole, come detto, un po’ di pazienza. Dovete dapprima lavare molto bene tutti i lampascioni privandoli di ogni residuo di terra. Quindi li sbucciate e li incidete con una X. A quel punto li mettete in acqua fresca e li lasciate a bagno tutta la notte. Questo passaggio è fondamentale per la perdita dell’amaro.

L’indomani farete bollire i lampascioni in acqua salata per tre quarti d’ora. Tenete monitorata la cottura provando ad infilzare i lampascioni ogni tanto e verificando se sono teneri. Quando sono cotti scolateli. A parte preparate un bel soffritto di sedano, carota, cipollotto. Aggiungete peperoncino.

Poi è la volta delle foglie di alloro e dei pomodorini. E naturalmente dei lampascioni e dell’aceto. Fate cuocere per un’altra ventina di minuti e regolate di sale. Questi lampascioni sono ottimi anche con del semplicissimo pane abbrustolito.