mare-gallipoli

Presenze ridotte a Gallipoli per le vacanze dell’estate 2018

L’estate 2018 non sembra essere delle migliori per la Puglia: più precisamente, quest’anno il Salento soffre per via di un calo dei turisti nell’area salentina e in particolare nella città di Gallipoli. La città in questione, difatti, ha visto un’affluenza ridotta negli ultimi due mesi davvero molto importante: pensate che addirittura si parla del 40% di affluenza in meno. Stando a quanto riferiscono anche le agenzie di turismo in loco, questo calo così importante potrebbe essere dovuto soprattutto a diversi fattori come i sequestri del Parco Gondar e la famosa discoteca Cave. Inoltre, non dimentichiamoci di parlare anche delle condizioni meteo che non sono state proprio delle più favorevoli! Ad ogni modo, Gallipoli non è l’unica città che si ritrova in una condizione per nulla positiva: difatti, anche Otranto non è messa in una situazione migliore. Confrontando i dati degli anni scorsi, si nota un bilancio con -20% di presenze sul territorio!

Turismo in Puglia: gli investimenti sono la chiave del successo?

Ad ogni modo, in molti parlano anche di pochi investimenti sul territorio: difatti, in Puglia è necessario muoversi verso un’offerta più ampia per i turisti che esplorano questo territorio. È fondamentale anche ampliare e migliorare la qualità dei mezzi di trasporto pubblico, specie per quanto riguarda i treni, ma anche per spostarsi localmente con bus e navette. Insomma, per poter attirare ancora il turismo in Puglia è decisamente rilevante investire per rendere migliore e diversificare l’offerta turistica.  Naturalmente, non si parla solo di investimenti da farsi solo in strutture lusso, bensì anche in tutto quello che interessare il territorio circostante. Lo stesso Matteo Spada – imprenditore e presidente dell’ Associazione Commercianti e Imprenditori di Gallipoli – ha sottolineato che è inutile mettere del denaro in alberghi di lusso in Baia Verde se poi per un temporale si allaga tutto. Ad ogni modo, qualcosa sembra muoversi: difatti, a settembre l’assessore al Turismo della Regione Puglia Loredana Capone con 10 imprenditori di Gallipoli faranno il punto della situazione per individuare un paiono di lavoro, tentando di rimediare agli errori.