aree-naturali-puglia
photo by viaggiareinpuglia

A spasso tra le aree naturalistiche di Barletta-Andria-Trani

Il mese di agosto sta scivolando lentamente verso la conclusione e, nel nostro appuntamento settimanale alla scoperta degli angoli più affascinanti della nostra terra, oggi abbiamo deciso di focalizzare la nostra attenzione sull’ultima provincia della nostra regione che, ancora, non avevamo preso in considerazione: stiamo parlando ovviamente di Barletta-Andria-Trani, dove troverete due destinazioni particolarmente interessanti dal punto di vista naturalistico. Si tratta del Parco Naturale regionale del fiume Ofanto e, inoltre, la Salina di Margherita di Savoia.

Barletta-Andria-Trani e le sue riserve naturali

La prima meta che vi suggeriamo di visitare è quindi il Parco Naturale regionale del Fiume Ofanto: la sua fondazione risale a circa dieci anni fa (più precisamente è avvenuta nel corso del 2003) e il suo territorio si estende tra le località di Canosa di Puglia, San Ferdinando di Puglia, Ascoli Satriano, Cerignola, Margherita di Savoia, Barletta e Candela, dove i luoghi affascinanti sono soprattuto quelli della Via Traiana, del Ponte Romano e la Torre Pietra. La Riserva naturale della Salina di Margherita di Savoia, invece, è nata nel 1977: si estende per circa 3871 ettari, ed è una delle saline più grandi a livello mondiale: la sua zona umida è stata tutelata anche attraverso una speciale convenzione, quella di Ramsar, mentre che a livello storico sono presenti i magazzini e il museo storico, nonché la Torre delle Saline.