La Puglia fa un salto in Cina per espandere il mercato turistico

E’ stato firmato a Pechino un protocollo di intesa tra la Regione Puglia ed il CITS – China International Service Limited – il Tour Operator di Stato della Repubblica Popolare Cinese, con l’obiettivo di dare il via ad un importante progetto di promozione e cooperazione turistica tra le regioni Campania, Calabria, Puglia e Umbria e la Cina. Con questo importante accordo, che vede protagoniste anche altre regioni del sud Italia, si dà il via ufficiale al progetto di cooperazione turistica soprannominata “Italia Top Destination”. In occasione di tale evento, non sono mancate grande personalità cinesi, tanti giornalisti provenienti proprio dal Sol Levante, oltre agli operatori del settore. Con questo nuovo progetto si avrà come scopo fondamentale quello di far conoscere questa regione durante il periodo che va da luglio 2018 a marzo 2019, sfruttando tutte le potenzialità derivanti  dalla divulgazione dei prodotti tipici pugliesi nella rete CITS e tramite i partner che operano nel turismo cinese. Peraltro, sono stati investiti pure 500 mila euro per la divulgazione di una campagna promozionale tramite stampa, web ed outdoor in Cina, così da far conoscere al meglio il territorio pugliese all’estero.

La sfida della Puglia: attrarre turisti cinesi per l’arte e la cultura

L’obiettivo finale di questo grande investimento sta proprio nel fatto che la regione Puglia desidera ardentemente espandere i propri orizzonti, facendo conoscere le bellezze locali anche a coloro che non hanno mai visitato il luogo. In particolare, i cinesi sono un popolo in grado di influenzare in maniera importante il mercato turistico: pensate, difatti che durante lo scorso anno  si è registrato un arrivo di 84 milioni di persone a livello di turismo internazionale, che ha fatto segnare un +6% rispetto al 2016. Durante i primi mesi dell’anno in corso, invece, i visti che sono stati rilasciati dalla nostra ambasciata a Pechino verso il nostro paese sono cresciuti addirittura del 30%. Insomma, in questa maniera, si dà il via ad una vera e propria sfida internazionale in cui la Puglia cercherà di conquistare il popolo cinese per un viaggio imperdibile alla scoperta non solo delle bellezze naturali, bensì pure di tutta quell’arte e creatività che è possibile vedere nel lavoro degli artigiani locali, delle strutture alberghiere e dei tanti locali che cercano di offrire un punto di interesse agli ospiti provenienti da ogni parte del mondo.

Il Pumo pugliese

Come gadget istituzionali sono stati scelti i nostri Pumi, che l’assessore Loredana Capone ha regalato alla rappresentanza cinese, maggiori informazioni qui.