La tradizione gastronomica salentina propone da sempre un panino davvero speciale: la puccia

Puccia pugliese - Shop La Terra Di Puglia

E’ noto e risaputo che l’alimento che dà maggior soddisfazione in assoluto è il pane. Provate a chiedere ad una persona a dieta di che cosa sente la mancanza, e vi risponderà del pane. Il pane è magia, piacere e soddisfazione, è quell’alimento che va davvero con tutto, e che magicamente, in quattro e quattr’otto, si trasforma in un panino irresistibile. Basta a aprire il frigo e via, ed è sufficiente anche una bella fetta di mortadella. In Puglia ne sappiamo qualcosa, visto che all’interno della nostra tradizione gastronomica troviamo un panino davvero particolare, la puccia salentina.

La puccia leccese,  quando lo street food parla salentino

Non vi è regione italiana che non abbia qualche irresistibile specialità in fatto di street food. Ma oggi vogliamo soffermarci sul Salento, che ha sdoganato i panini farciti e scaldati alla piastra, (ci riferiamo alla puccia leccese, appunto), consentendo loro di varcare notevolmente i confini regionali  e di porsi come proposta gourmet a tuttotondo apprezzata anche dai foodies più esigenti. E che panini! Se non avete ancora assaggiato una puccia salentina, beh, sarà sicuramente ora di rimediare. Si tratta di un modo divertente, intelligente, veloce ed economico per preparare una cena eccellente senza fatica. Ma con ingredienti di grande qualità.

Che cos’è la puccia salentina?

Realizzata con sola semola di grano duro, la semola somiglia molto alla base della pizza. Un guscio croccantino con uno strato sottile di mollica molto alveolata. Vera magia. Pensate che, come le maggiori delizie che il nostro bel paese ha da proporci, la puccia salentina nasce come piatto povero, che i contadini si portavano nei campi come pranzo veloce, dal momento che non facevano ritorno a casa fino a sera. Un pò come accadeva per la frisa, volendo restare in Puglia, ma anche per altri piatti più elaborati (seppur semplicissimi), come la pasta alla carbonara.

Dalla vita nei campi alla pioggia di like: ed è subito “puccia mania”

Oggi la puccia ha lasciato la vita campestre ed è entrata di diritto nelle cucine di tutti noi, oltre che innumerevoli locali e ristoranti di tutto il paese. La trovate nella versione più genuinamente e schiettamente pugliese, con verdure grigliate, qualche sottaceto e, perché no, con qualche fettina di capocollo di Martina Franca, oppure in versione gourmet, con ingredienti di ogni genere: carciofini, feta, salmone, persino avocado. Infine, c’è anche chi la prepara in casa, impastando proprio semola ed acqua, poco lievito ed un goccio d’olio (sempre quello buono, in Puglia!). E voi, di che puccia siete? Tradizionale o gourmet? Casereccia oppure da strada? Fatecelo sapere e inviateci le vostre immagini, dal momento che la puccia salentina sta davvero spopolando sul web, a suon di immagini, condivisioni sui social e like a più non posso.