perchè il fico d'India si chiama cosi - Laterradipuglia.ir

Perchè si chiama fico d’India? Una domanda che tutti ci siamo posti durante una vacanza al mare in una delle belle regioni della nostra Italia meridionale. Il fico d’India è una pianta che caratterizza fortemente il paesaggio di tutte le regioni meridionali del nostro paese, incluse le isole. Ad un viaggiatore che giunga da nord, questo paesaggio così singolare, punteggiato di piante simili a cactus esotici, risulta sicuramente gradito, gradevole e rilassante. E’ segno che l’ambiente nel quale si è giunti è totalmente diverso da quello dal quale si proviene, che si è finalmente in vacanza, e che si è, evidentemente, nel cuore del Mediterraneo. Ma non solo, oltre che essere bello da vedere, il fico d’India è anche buono da mangiare! Ma perché si chiama così? E cosa c’entra l’India con le nostre regioni meridionali, in particolar modo con la Puglia? Scopriamolo insieme.

Che cos’è il fico d’India e da dove viene

Prima di scoprire perchè il fico d’India si chiama così, vediamo subito insieme che cos’è il fico d’India. Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Cacatceae, (dei cactus, per intenderci). Basta guardarla per rendersene conto! Dunque non è imparentata con il fico. Le foglie sembrano delle pale e sono dette, in gergo botanico, cladodi.

LEGGI ANCHE  Bari e la cultura Underground

Una curiosità sul fico d’India

Le pale del fico d’India non sono foglie, dunque una mente attenta si domanderà dove e come si svolge la funzione della fotosintesi clorofilliana nel fico d’India. Ebbene, questa avviene nel tronco! L’avreste mai detto? Ma veniamo alla nostra questione principale, ovvero perchè il fico d’India si chiama così.

Perchè il fico d’India si chiama così?

Sembra che il responsabile di questo nome sia proprio Cristoforo Colombo, che come ben sapete nel 1492 scoprì l’America. Ma, come ben ricorderete, credeva di trovarsi da tutt’altra parte del mondo, ovvero in India. Ecco perchè il fico d’India ha questo nome così esotico e singolare che pur tuttavia non ha nulla a che vedere con il nostro bel paese!

Simbolo della Puglia nel mondo

La regione Puglia negli ultimi decenni ha raggiunto una popolarità straordinaria in tutto il mondo. Ed è meta preferita per le vacanze di tantissime famiglie oltre che di tantissime celebrità. Ebbene, alcune specie di piante e di animali, ma anche alcuni prodotti enogastronomici pugliesi, e poi ancora alcune strutture architettoniche tipiche della nostra regione, sono assurti a rivestire il ruolo di simbolo della regione nel mondo. Tra questi l’orecchietta, il riccio di mare, il geco, il trullo, il pumo pugliese e, non ultimo il fico d’India. 

LEGGI ANCHE  Emma Marrone, attrice in Benvenuti al Nord

Il fico d’India diventa una luminaria e porta un po’ di Puglia a casa tua

La Terra di Puglia ha scelto di fare propri tutti questi simboli e di proporli sovente sotto varie forme: prodotti artigianali, gastronomici ed enogastronomici che ci raccontano una storia di una terra semplice e sempre affascinante. Per quanto riguarda il fico d’India, La Terra di Puglia ha il piacere di proporre la sua sagoma sotto forma di luminarie del Salento.

Insomma le luminarie pugliesi a forma di fico d’India sono forse l’idea che mancava per dare un tocco divertente e decisamente pugliese ai tuoi ambienti, ovunque tu ti trovi!


Leave a Reply

Your email address will not be published.