Una competizione sportiva nuova, unica nel suo genere e fortemente innovativa, che abbina vela e ciclismo sotto l’egida dell’amore per la vita all’aria aperta, il rispetto per i territori e per l’ambiente: ecco cosa è stato Il Giro Dei Venti, che dal 27 giugno al 1 luglio si è svolta nella sua prima edizione e che ci ha visto anche noi protagonisti di questa prima edizione.

Il Giro dei Venti: la prima competizione ciclo velistica internazionale

il giro dei venti 2022
Isola di Fanò, arrivo della regata dal Salento alla Grecia

Una competizione ciclo velistica internazionale, dunque, tra competizioni ciclistiche e veleggiate. Sullo sfondo, gli incantevoli paesaggi da cartolina del Salento così come dell’isola di Corfù. Patron, ideatore e promotore di questa iniziativa è stato il Cavalier Sergio Filograna, salentino trapiantano a Milano. Un imprenditore che nel capoluogo lombardo ha fondato Workness, uno spazio multidisciplinare orientato all’attenzione verso i bisogni ed il benessere dell’individuo. Accanto a lui, a guidare sapientemente il Comitato Organizzatore, Antonio Marano.

Sport, territorio e sostenibilità per un evento che ha già lasciato il segno

il giro dei venti 2022
Sport e Benessere, questo il significato del Giro dei Venti

Come detto in apertura, dunque, si è trattato di una manifestazione orientata a sottolineare valore dello sport a tuttotondo come attività capace di regalare un benessere psicofisico senza eguali, ma anche a valorizzare e dare risalto ai territori. Un obiettivo dagli indubbi risvolti sul piano turistico, dunque: non a caso, tra i partner dell’evento vi sono state le stesse istituzioni salentine, quanto mai favorevoli a qualunque iniziativa che contribuisca a convogliare interesse verso i territori, sia sotto il profilo prettamente turistico che, naturalmente, culturale. Infine, il terzo lodevole obiettivo della manifestazione, è stato quello di enfatizzare la necessità impellente di aver cura dell’ambiente in modo quanto mai tangibile e concreto. Non a caso, vela e ciclismo sono due sport a impatto zero. E non a caso, tutti i premi offerti ai vincitori sono stati a impatto zero: auto elettriche, scooter elettrici, monopattini elettrici (4 x i 3 team vincenti).

LEGGI ANCHE  Le ultime novità dal fronte xylella

L’itinerario seguito dai partecipanti tra competizioni ciclistiche e veleggiate

Ma i veri protagonisti del Giro dei Venti sono stati i 18 equipaggi a bordo delle barche a vela, la nostra barca si chiamava Varese, ciascuno composto da due ciclisti e due velisti. Le 5 tappe della gara sono state le seguenti:

  1. Competizione ciclistica Santa Maria di Leuca – Otranto e ritorno
  2. Competizione velistica Leuca – Isola di Corfù
  3. Competizione ciclistica sull’Isola di Corfù
  4. Competizione velistica Corfù – Santa Maria di Leuca
  5. Competizione ciclistica Santa Maria di Leuca – Gallipoli e ritorno.
il giro dei venti 2022
il giro dei venti 2022

Una serata di gala sotto il segno dello spettacolo

La competizione ha infine trovato degna conclusione in una serata di gala tra i cortili dei palazzi storici di Spongano e nel centro storico stesso dell’incantevole paesino salentino. Una festa tra balli tradizionali salentini e greci, degustazioni e grandi momenti di intrattenimento. Non è mancato naturalmente il momento della premiazione, che ha tenuto tutti col fiato sospeso sino all’ultimo.

Lo spettacolo Venti di Passione andato in scena per l’occasione è stato organizzato da Muse Milano. La direzione artistica è stata curata da Samanta Demontis, docente presso la Società Internazionale Danza Classica Marika Besobrasova. Le scuole di ballo salentine che hanno preso parte alla manifestazione sono state il Balletto di Lecce e l’Accademia Tersicore di Brindisi. Molto suggestive le coreografie che, sulle note di una colonna sonora curata da Arakne Mediterranea, si sono in parte ispirate anche alle cinque giornate di sport protagoniste del Giro dei Venti.

LEGGI ANCHE  Presepe vivente a Tricase

Premiazioni e vincitori del Giro dei Venti

Team Varese di cui noi de Laterradipuglia facevamo parte

Conduttori e protagonisti del momento della premiazione finale della competizione Giro dei Venti, assieme naturalmente al Cavalier Filograna, che ha partecipato con grande entusiasmo all’intera serata, Germano Lanzoni e Francesca Parisella.

Ed ora veniamo ai vincitori, premiati anche dal sindaco di Leuca Francesco Peracca:

  • terzo posto per l’equipaggio del “Carofalo”, composto dai ciclisti Antonio Giacoia e Davide Quarta e dai velisti Luca Pallara e Giuseppe Cazzato
  • secondo posto per il team “Tricase” formato dai ciclisti Enrico Fabianelli e Fabio Serraiocco e dai velisti Paolo Mercurio e Fabio Mauro Massa.
  • primo posto all’equipaggio del “Castrignano”, costituita dai ciclisti Andrea Ragusa e Gregori Dimitri e dai velisti Ines Montefusco e Massimiliano Rella, tutti e 4 leccesi.

Il Giro dei Venti si è dunque concluso sotto il segno dell’entusiasmo, del fair play e dell’amore per l’ambiente. Non ci resta che attendere la seconda edizione.