DOP pugliesi - olio pugliese - Laterradipuglia

L’olio pugliese DOP (Denominazione di Origine Protetta) è uno dei tesori gastronomici dell’Italia meridionale ed in particolare della nostra bellissima regione Puglia. E’ particolarmente rinomato per la sua qualità superiore e il profilo aromatico unico. I rilievi che si estendono lungo la costa dell’Adriatico in Puglia e la caratterizzano fino all’entroterra – le murge – sono il terreno fertile in cui crescono le olive da cui si produce questo olio straordinario. Ma non solo. In Puglia troviamo innumerevoli DOP. E allora scopriamo insieme l’olio pugliese DOP. 

Origini e storia dell’olio pugliese

La produzione di olio in Puglia ha radici antiche, risalenti a epoche in cui le comunità locali riconoscevano già il valore di questa preziosa risorsa. Nel corso dei secoli, l’arte della coltivazione delle olive e la produzione di olio sono state tramandate di generazione in generazione, diventando un patrimonio culturale profondamente radicato nella tradizione pugliese.

La Denominazione di Origine Protetta è stata assegnata all’olio pugliese per preservarne l’autenticità e garantirne la qualità. Questa designazione è una garanzia per i consumatori, che possono essere certi di acquistare un prodotto che rispetta rigorosi standard di produzione e proviene da un territorio specifico. Anzi, 5 per la precisione:

  1. Daunia
  2. Terra di Bari
  3. Colline di Brindisi
  4. Terre Tarentine
  5. Terra d?Otranto
LEGGI ANCHE  Melanzane a filetti sott'olio a crudo

Varietà di Olive

La varietà di olive utilizzate per produrre l’olio pugliese DOP contribuisce in modo significativo al suo carattere distintivo. Tra le varietà più comuni troviamo la Coratina, la Ogliarola Barese e la Peranzana. Ogni varietà conferisce all’olio Pugliese DOP una combinazione unica di sapori e aromi, creando una sinfonia gustativa che riflette il terroir unico della regione.

La Coratina, ad esempio, è apprezzata per il suo fruttato intenso e il suo retrogusto piccante. L’Ogliarola Barese, invece, contribuisce a conferire all’olio una delicatezza e una dolcezza distintive, mentre la Peranzana aggiunge complessità aromatica e una nota erbacea.

Il Processo di Produzione dell’olio pugliese DOP

La produzione dell’olio pugliese DOP è un’arte che richiede competenze e dedizione. Le olive vengono raccolte a mano per preservarne la qualità e portate al frantoio nel giro di poche ore dalla raccolta. Questo processo veloce è essenziale per garantire che le olive mantengano il massimo delle loro caratteristiche organolettiche.

La molitura avviene a freddo, un metodo che permette di preservare appieno gli aromi e i sapori delle olive. Il risultato è un olio dal colore verde intenso, con un profumo ricco e una complessità di gusto che varia da fruttato leggero a intenso, da piccante a dolce.

LEGGI ANCHE  Quercia Vallonea in concorso come Albero dell'Anno

Usi culinari e benefici per la salute

L’olio pugliese DOP è un ingrediente fondamentale nella cucina mediterranea, utilizzato per condire insalate, pasta, pesce e carne. La sua versatilità lo rende adatto sia per piatti crudi che cucinati. Oltre al suo delizioso sapore, l’olio pugliese offre anche numerosi benefici per la salute, grazie alla sua ricchezza di antiossidanti e acidi grassi monoinsaturi.

Studi scientifici hanno dimostrato che l’olio extra vergine di oliva, come quello pugliese DOP, può contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache, migliorare la salute del sistema cardiovascolare e avere effetti positivi sul metabolismo.

Conclusione

L’olio pugliese DOP è un tesoro culinario che riflette la storia e la tradizione di una regione ricca di cultura e bellezza. Ogni goccia di questo liquido prezioso porta con sé secoli di maestria artigianale e un impegno per la qualità che caratterizza la produzione di olio in Puglia. Per chiunque voglia esplorare la ricchezza sensoriale dell’Italia meridionale, l’olio pugliese DOP è una tappa obbligata nella scoperta dei sapori autentici di questa affascinante regione.


author avatar
Ilaria Scremin