pitteddhe origine - La Terra di Puglia

Pitteddhe origine: alla scoperta di un delizioso dolcetto, appartenente al patrimonio gastronomico del Salento

Pitteddhe origine e storia degli scrigni di frolla salentini

Tra i dolci pugliesi e dolci del Salento le pitteddhe sono forse quelle che maggiormente sanno di casa. Le pitteddhe, nella loro versione di scrigni di pasta frolla stellati, rappresentano un prelibato dolce tipico della tradizione salentina in Puglia. Questi deliziosi scrigni sono realizzati con una base di pasta frolla e spesso presentano una forma stellata che li rende esteticamente accattivanti.

Pitteddhe origine, ingredienti e preparazione

Per parlare di “pitteddhe origine” bisogna partire sicuramente dagli ingredienti. Gli ingredienti principali per la preparazione delle pitteddhe includono farina, burro, zucchero, uova e lievito. La pasta frolla viene lavorata e stesa, poi tagliata in piccoli gusci di pasta frolla i cui lembi sono pizzicati a mano a formare delle stelle che fungono da guscio per il ripieno di queste crostatine alla confettura. Il ripieno può variare, ma spesso include marmellate di frutta e confetture. Dopo aver riempito le stelle, le Pitteddhe vengono chiuse creando una sorta di scrigno o cestino.

Consumo e tradizioni: c’erano una volta le pittegge

A proposito di pitteddhe origine e curiosità, dovete sapere che le Pitteddhe sono spesso associate a occasioni speciali come le festività natalizie, matrimoni e altre celebrazioni importanti nella cultura salentina. La loro preparazione può coinvolgere la partecipazione di famiglie o comunità, sottolineando il valore sociale e condiviso di questi dolci. Vi capiterà anche di sentir parlar di “pittegge”: una variante dialettale di questo dolce, che ci fa capire quanto le sue origini siano dolci pugliesi veramente molto antichi.

LEGGI ANCHE  Dove vendono i dolci pugliesi a Milano?

Curiosità culinarie sulle crostatine stellate più amate dai salentini

Le Pitteddhe, con la loro forma “stellata” e il delizioso ripieno, offrono non solo un’esperienza gastronomica ma anche un’opportunità per esprimere creatività nella preparazione. La varietà di ripieni disponibili permette una personalizzazione in base alle preferenze individuali e alle tradizioni familiari. La Terra di Puglia le propone con diverse tipologie di ripieno: all’uva, ai fichi, alla cotognata. Tre gusti differenti tra loro ma fortemente legati al territorio nel quale questi dolci del Salento sono nati.

Un’ultima curiosità sulle pitteddhe: cugine strette delle chinuliddre

Tra i dolci del Salento troviamo anche le chinuliddre, delle deliziose paste frolle ripiene abbastanza tipiche. Il loro nome deriva dal dialetto “Chinu”, che significa appunto “pieno, ripieno”. Le pitteddhe sono anche note come crostatine stellate, dolcetti ripieni, tartellette salentine o, come accennato sopra, pittegge.

E ora clicca sul link per acquistare le tue pittedde!

prodotti tipici pugliesi - La Terra di Puglia

In conclusione, abbiamo parlato di pitteddhe, origine e curiosità, e possiamo dire che le Pitteddhe rappresentano un’autentica delizia della tradizione dolciaria salentina, unendo la croccantezza della pasta frolla con la dolcezza avvolgente del ripieno. Questi dolci ripieni salentini non sono solo un piacere per il palato ma anche un simbolo delle festività e delle celebrazioni in Puglia.

LEGGI ANCHE  Ha più calorie l'olio o il burro?

author avatar
Ilaria Scremin