Passata di pomodoro bio

Passata di pomodoro e conserve del Salento e della Puglia sono quanto di più gradito e versatile si possa utilizzare in cucina per dar vita a piatti gustosi e fantasiosi. Se il pomodoro è di qualità ed è buono sicuramente l’esito finale del piatto sarà all’altezza delle aspettative. Sorge però spesso il dubbio: qual è il tempo di cottura della passata di pomodoro? Quanto deve cuocere? Molto? Poco? Rispondiamo assieme a queste domande.

I tempi di cottura dei cibi sono fondamentali per ottenere un buon prodotto finale ed è fondamentale anche non lasciarli al caso. Pensate per esempio alle torte classiche italiane: quanto devono cuocere? Una torta cotta poco è inaccettabile e immangiabile, e lo stesso possiamo dire di una torta cotta per troppo tempo.

Quanto deve cuocere il polpo? Quanto deve cuocere il cotechino? E quanto deve cuocere la passata di pomodoro?

Le mille domande che ci poniamo continuamente in cucina, e che rivolgiamo alla mamma, alle amiche, a Google

Quante volte ci siamo domandati quanto deve cuocere la pizza, quanto deve cuocere un uovo sodo, quanto deve cuocere il polpo o quanto deve cuocere il cotechino e molto altro ancora. Per quanto riguarda la passata di pomodoro, possiamo affermare in linea generale che questa deve cuocere per una ventina di minuti circa. Se è vostra intenzione preparare una pasta al pomodoro, considerate nei 20 minuti circa di cottura anche il tempo di cottura del vostro soffritto iniziale. Il soffritto potrà includere sedano, carota e cipolla, oppure anche semplicemente cipolla, oppure uno spicchio d’aglio. Occhio alla cipolla, perchè la cipolla ha la caratteristica di bruciare abbastanza rapidamente. Durante la cottura della passata di pomodoro, il tutto non deve bollire, ma sobbollire.

LEGGI ANCHE  Antipasti pugliesi: ecco cosa portare in tavola

E se devo preparare un sugo, quali sono i tempi di cottura della passata di pomodoro?

In realtà la passata di pomodoro è una base per preparare tanti sughi. Dunque quando la cuocete dovrete fare attenzione a preservare integro il delizioso profumo di pomodoro fresco e ad esaltare al contempo i sapori degli ingredienti che compongono il vostro sugo finito. Tenete conto che alcuni sughi della tradizione, come il ragù di carne, richiedono cotture più lunghe, dunque in quel caso 20 minuti non saranno sufficienti.

E se uso i pomodori pelati, quanto deve cuocere il mio sugo?

Qualora anzichè una passata di pomodoro pronta o delle conserve pronte decidiate di usare i pomodori pelati, non fate più riferimento al tempo di cottura della passata di pomodoro sopracitato. Potrete accorciare leggermente i tempi e ridurre la cottura ad un tempo che varia tra i 10 e i 15 minuti.

Due parole sulla nomenclatura

Dopo avervi dato indicazione in merito al tempo di cottura della passata di pomodoro, specifichiamo velocemente i significati delle varie “parole” della salsa di pomodoro. Scopriamo insieme la differenza tra salsa, passata e sugo.

  • salsa di pomodoro: pomodoro puro, fresco, passato e imbottigliato
  • passata di pomodoro: è pomodoro fresco solitamente con l’aggiunta di un aroma o erba mediterranea (basilico)
  • sugo di pomodoro: è un prodotto finito, con al suo interno carne, verdure, tonno o altri ingredienti
LEGGI ANCHE  I più gustosi sughi del Salento

Leave a Reply

Your email address will not be published.