Non è la prima volta che sulle pagine di questo magazine trattiamo il tema delle spiagge della Puglia e di quali siano le più belle da visitare.. C’è chi desidera visitare spiagge sabbiose, attrezzate, libere, senza sabbia, ognuno ha i suoi gusti. Oggi dunque cambiamo prospettiva: anzichè elencarvi le spiagge più belle della Puglia suddividendole in base alle province, lo faremo sulla base di eventuali gusti e preferenze. E magari ne scopriremo assieme qualcuna di nuova. Oggi si parte con le oasi naturali. A voi! 

Guida alle spiagge della Puglia

oasi naturali semideserte anche in alta stagione

La nostra guida alle spiagge della Puglia è sempre un punto di riferimento per chi stia organizzando le sue vacanze in Puglia e voglia decidere prima di partire quale sia l’itinerario da seguire e dove recarsi non solo ad alloggiare ma anche in spiaggia. Stiliamo tuttavia un piccolo elenco dividendo le spiagge piu’ belle della Puglia a seconda delle esigenze specifiche del visitatore.

Oasi naturali: spiagge della Puglia incontaminate

Si tratta di aree protette, isolate e tutto sommato semideserte. Persino in alta stagione! Possibile? Si…E allora eccole.

  • Cala pietra di fucile presso Isole Tremiti: siamo nella punta meridionale dell’isola di Capraia. Qui, si apre ai vostri occhi una caletta meravigliosa, delimitata da rocce e scogliere. Una perla nascosta nelle Isole Tremiti, raggiungibile solamente in barca, con una spiaggia di ghiaino che degrada dolcemente in un mare cristallino. Il nome? I suoi ciottoli sono grigi e levigati proprio come munizioni!
  • Cala e grotta sorrentino, presso Isole Tremiti: proseguiamo la carrellata delle spiagge della Puglia da visitare se si desidera calma e silenzio in un paesaggio paradisiaco con la Cala e grotta sorrentino. Sorrento non c’entra nulla, in realtà. Sorrentino in gergo marinaresco significa semplicemente ghiaia ed è infatti di ghiaia questa spiaggia così incantevole. Qui le acque sono verde smeraldo e le pareti della grotta riflettono la luce creando un’atmosfera paradisiaca. Un piccolo giardino acquatico dell’Eden chiamato anche Grotta dell’Amore.
  • Campomarino di Maruggio: qui potrete trovare bellissime dune di sabbia che si estendono per oltre 5 km ed arrivano persino a 20 metri di altezza. Siamo nell’aria protetta situata a sud-est di Campomarino di Maruggio. Alle spalle, una profumatissima macchia mediterranea. La spiaggia è fine, e il luogo è protetto e tutelato dalla Comunità Europea.
  • Oasi naturalistica di Torre Guaceto, in provincia di Brindisi: incantevoli spiaggette caraibiche che in alta stagione rimangono pressoché deserte, situate all’interno di un’oasi naturalistica gestita dal WWF. Per raggiungerle dovete camminare un bel pò (mezz’ora/tre quarti d’ora circa), ma ne vale la pena perchè si tratta di un vero paradiso naturale incontaminato.
  • Spiaggetta di Portogreco presso Vieste: un tempo era meta prediletta dei nudisti, oggi i nudisti si sono spostati altrove. E’ una delle più belle baie del Gargano, protetta da altissime pareti calcaree a strapiombo sul mare. L’accesso è solo a piedi, attraverso un canale di raccolta delle acque, che in estate è sempre in secca.
LEGGI ANCHE  3 cibi pugliesi che fanno dimagrire

Altre spiagge della Puglia dove la natura è protagonista

Un’altra meta imperdibile da visitare in Puglia è l’Isola di Sant’Andrea. Si tratta di un basso isolotto di circa 5 ettari di estensione situato proprio nella porzione di mare antistante la Città Vecchia, a poco meno di due km dalla terraferma. E’ un luogo incredibile, dove solitudine e silenzio trionfano. Vi sono solamente un faro ed i gabbiani, che da sempre vi nidificano in totale libertà. Sino alla prima metà del Novecento, questo luogo era anche terra di pascolo per greggi che gradivano l’erba spontanea dell’isola, dando latte e carne di ottima qualità. Oggi è diventata invece una riserva naturale. Potete visitarla in barca partecipando ad un’escursione guidata, ma non sostarvi per prendere il sole.