puglia-si-muove-in-treno

I pugliesi e i treni: un amore che sta sbocciando

Tra le regioni del Mezzogiorno, la Puglia è quella in cui, nel periodo tra il 2011 e il 2017, è stato registrato il maggior incremento di utenti del trasporto ferroviario: le cifre del rapporto Pendolaria, infatti, mettono in evidenza una crescita dei pendolari pari a 41’614 persone (aumento del 38.5 percento). Nonostante i convogli siano piuttosto attempati (età media di 19.2 anni contro una media nazionale di 16.8 anni) e le infrastrutture spesso non ottimali, sempre più pugliesi si muovono quindi sulla rete di binari lunga 1542 km che si estende all’interno della nostra regione.

La ferrrovia in Puglia: gli esempi virtuosi

Oltre a mettere in evidenza alcune criticità regionali, però, il rapporto non manca di sottolineare come la Puglia possa vantare anche soluzioni interessanti ai problemi della mobilità, come per esempio il biglietto integrato, la velostazione presente sulle Ferrovie Appulo Lucane o la navetta per raggiungere l’aeroporto di Bari. Per sostenere non solo la crescita bensì anche la popolarità del trasporto ferroviario, però, nel futuro prossimo sono necessari investimenti per potenziare le linee ferroviarie, nonché per migliorare il materiale rotabile, affinché possa accogliere sempre più utenti.

Staremo quindi a vedere se, nei prossimi anni, ci sarà un sostegno più importante nei confronti del trasporto su rotaia, che può avere un ruolo determinante nel garantire una mobilità più sostenibile e, soprattutto puntando su alcune sinergie tra le diverse aziende del trasporto pubblico, che sia pure conveniente.