Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  

lampascioni alla pugliese - La Terra di Puglia- La Terra Di Puglia.it

I contadini pugliesi hanno tanti segreti che non si riferiscono solamente alla coltivazione dei deliziosi ortaggi pugliesi che rendono unica la tradizione gastronomica regionale, ma anche relativamente a molto altro. Ci riferiamo ai segreti sulla coltivazione delle piante, sulla loro consociazione, sulle fasi lunari e sulla loro influenza sulla buona riuscita di determinate operazioni agricole, sulla raccolta delle erbe spontanee. Non ultimo, i contadini della Puglia sanno anche dove trovare i migliori lampascioni pugliesi. Conosciamo dunque un po’ più da vicino queste deliziose cipolline così famose anche fuori regione.

Che cosa sono i lampascioni pugliesi

I lampascioni sono delle piccole cipolline che nascono in modo del tutto spontaneo nel sottosuolo della Puglia e di altre regioni del meridione italiano. Si trovano anche al di là del Mediterraneo, in Tunisia per esempio. Li potete notare voi stessi: hanno un bellissimo fiorellino blu. Appartengono alla famiglia dei muscari (le liliacee), dei meravigliosi fiori blu viola a bulbo. Ovviamente non tutti i fiori con bulbo sono commestibili. Esistono anche i muscari solamente ornamentali. I fiori dei lampascioni sono osservabili in Puglia solamente durante la bella stagione. Sono abbastanza introvabili comunque, tant’è che vi consigliamo di prestare attenzione: pur vivendo in Puglia potreste acquistare dei lampascioni della Tunisia, vista l’alta richiesta e la difficile reperibilità!

Come si chiamano i lampascioni in italiano

Li conosciamo praticamente tutti come lampascioni ma hanno anche altri nomi. Vengono chiamati anche lampagioni, ma anche muscari chiomati, cipolla canina, aglio delle vigne. Molto evocativi sono anche i nomi giacinto dal pennacchio, cipollaccia turchina, cipollaccio col fiocco. Pensate che questi meravigliosi fiori con tanti nomi celano il loro bulbo anche a 20 cm di profondità!

Quali sono i benefici dei lampascioni

Il lampascione è ricco di benefici. E’ un antiinfiammatorio, antimicrobico, aiuta la digestione, sfiamma vescica ed intestino, è molto utile anche per chi soffre di candida perché è un antibatterico ed antifungino. In generale i lampascioni ripuliscono e depurano l’intestino: una vera e propria terapia di benessere!

lampascioni alla salentina
Lampascioni pugliesi alla Salentina

Come si puliscono i lampascioni

Per pulire i lampascioni, lavateli molto bene in acqua, poi con un coltellino privateli delle foglie esterne e della radice. Infine incideteli sulla base, realizzando una piccola X. Sciacquate ancora e cuocete a piacimento. Sono ottimi se bolliti con tante erbe aromatiche e odori da brodo, e con un piccolo pizzico di agrodolce.

Come si cucinano i lampascioni

Potete cucinare i lampascioni lessi e sott’olio, potete farli alla pugliese, come accennato sopra, o cuocerli in forno, per 1 ora a 150 gradi, dopo averli irrorati con olio e ben salati. Ricordate che anche i lampascioni hanno una loro stagionalità: li trovate freschi da gennaio ad aprile. Altrimenti vi consigliamo di acquistare lampascioni sott’olio o prepararli voi stessi, per gustarli tutto l’anno.

 


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •